Politica

Provincia, stop agli eventi del 'Costa dei Trulli'. Altieri: "Caos provocato dalla legge Delrio"

Il vicepresidente dell'ente annuncia la sospensione della manifestazione e punta il dito contro i problemi interpretativi legati alla legge che prevede il passaggio dalla Provincia alla Città metropolitana: "I tagli sulle Province sono solo tagli alla Cultura"

Stop a tutti gli spettacoli del 'Costa dei Trulli on tour': il vicepresidente e assessore alla Cultura della Provincia di Bari, Nuccio Altieri, annuncia la sospensione del cartellone estivo di eventi e concerti che avrebbe dovuto prendere avvio proprio oggi.

Una decisione, ha spiegato Altieri, presa "a causa delle incongruenze e delle difficoltà interpretative della normativa nazionale che prevede il passaggio da Provincia a Città Metropolitana". In sostanza, spiega il vicepresidente dell'ente in una nota, i fondi per finanziare le attività del 'Costa dei Trulli' (che prevede in tutto 120 spettacoli gratuiti in giro per le piazze dei Comuni baresi) ci sono, e sono già stati stanziati, ma "le circolari ministeriali nel tentativo di colmare le gravi lacune della legge Delrio stanno provocando grave incertezza e confusione, bloccando di fatto l’attività dell’Ente".

"I tagli sulle Province sono solo tagli alla Cultura", commenta amareggiato Altieri. "In un territorio che vive di turismo e cultura - prosegue - e che registra in questi giorni, nonostante la crisi, migliaia di arrivi, bloccare la Cultura è un disastro".

Ma il problema non riguarda soltanto il 'Costa dei Trulli', spiega Altieri. Perchè senza il sostegno della Provincia anche altre manifestazioni che hanno un successo ormai consolidato potrebbero sparire. "Rischiano il default anche i grandi Festival della nostra terra - sottolinea Altieri nella nota - come il Locus, il Talos, il Banda Larga, il Libro Possibile (che si è concluso sabato scorso, ndr), il festival jazz di Monopoli e tanti altri che senza il sostegno della Provincia non potrebbero sopravvivere". "Stessi problemi – prosegue il vicepresidente – riguardano l’attività della Pinacoteca, dell’Orchestra Sinfonica, della Biblioteca e del Museo Archeologico per il quale stiamo lavorando per una mostra d’apertura a fine settembre dopo vent’anni di ignobile chiusura. Se l’idea era quella di tagliare le Provincie (che invece restano tali e quali) ma i risultati sono quelli di tagliare la Cultura, ritengo che si debba combattere con ogni sforzo per evitare questo delitto".

Intanto, annuncia Altieri, in attesa di un intervento del governo che possa risolvere i problemi denunciati, alla Provincia non resta che una scelta: "Nelle more di una auspicabile e rapida revisione normativa – conclude Altieri – non possiamo che bloccare le attività e lanciare un grido d’allarme al quale spero rispondano e si schierino al nostro fianco tutti i Sindaci, gli artisti ed i cittadini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia, stop agli eventi del 'Costa dei Trulli'. Altieri: "Caos provocato dalla legge Delrio"

BariToday è in caricamento