Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica Libertà / Piazza Enrico de Nicola

Referendum radicali, raccolta firme al Tribunale. Avvocati penalisti, parte lo sciopero delle udienze

In piazza De Nicola la raccolta firme a sostegno dei referendum sulla "giustizia giusta". Al via da oggi lo sciopero dei penalisti per riportare l'attenzione dell'opinione pubblica sull'urgenza di una riforma della giustizia

Continua a Bari la raccolta firme per i 12 referendum sulla Giustizia proposti dai Radicali e condivisi dall'Unione delle Camere penali e civili. Dopo la tappa di venerdì scorso davanti al carcere, questa mattina il banchetto è stato allestito all'esterno del Tribunale di piazza De Nicola. La campagna referendaria riguarda la responsabilità civile dei magistrati, i togati fuori ruolo, la separazione delle carriere, la custodia cautelare, l'ergastolo, il divorzio breve, l'abrogazione del reato di clandestinità, droga, abolizione del finanziamento pubblico ai partiti e l'8 per mille. Nei prossimi giorni la raccolta di firme continuerà nelle sedi di comuni e circoscrizioni.

I penalisti, inoltre, sono da oggi in astensione dalle udienze - nel giorno in cui riprende l'attività ordinaria dopo i 45 giorni di pausa estiva - e lo saranno tutta la settimana. La protesta riguarda l'urgenza di una riforma della giustizia e il presunto immobilismo del governo su questi temi. Al momento sono decine le udienze saltate nel distretto di Bari, tranne quelle con imputati detenuti. Dei temi dell'astensione se ne parlerà in un'assemblea convocata dalla Camera penale di Bari per mercoledì prossimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum radicali, raccolta firme al Tribunale. Avvocati penalisti, parte lo sciopero delle udienze

BariToday è in caricamento