rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Politica

Referendum costituzionale, la posizione di Emiliano: "Riforma pessima e invotabile"

Il governatore pugliese ha risposto a un tweet di Pippo Civati, ex esponente del Pd: "Bisogna trovare una soluzione che non dilani il partito. Non farò campagna per evitare divisioni insanabili"

Il governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha risposto, attraverso twitter, all'ex esponente del Pd, Pippo Civati, che lo aveva interpellato sul referendum costituzionale del 4 dicembre prossimo. Sulla possibilità di votare no, Emiliano è chiaro: "La riforma costituzionale è pessima, anche tecnicamente, e più la leggo più mi sembra invotabile" scrive in un tweet, aggiungendo di essere favorevole "per trovare una soluzione che non dilani il Pd. Non farò campagna referendaria per evitare divisioni insanabili nel partito" ha concluso. Dopo aver twittato, un altro utente gli ha chiesto se avesse senso rimanere in un partito con il quale non è d'accordo su una questione così importante: "Ha senso - ha aggiunto il presidente della Giunta regionale pugliese - perché il mio partito può cambiare linea ed io devo aiutarlo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum costituzionale, la posizione di Emiliano: "Riforma pessima e invotabile"

BariToday è in caricamento