Politica

Regionali, ancora scintille nel centrodestra. Schittulli: "Poli Bortone 'malafemmena' "

L'oncologo cita la canzone di Totò per spiegare il "tradimento" della senatrice salentina, candidata sostenuta dai non-fittiani di Forza Italia. Vitali: "Da Schittulli una aberrante caduta di stile"

"Mi sento tradito" dalla senatrice Adriana Poli Bortone e "il nostro rapporto non era politico, era umano e quotidiano, e oggi mi fa male sul piano personale vederla contro di me, con un’altra coalizione". Francesco Schittulli, candidato governatore alle prossime Regionali, cita la canzone 'Malafemmena' di Totò per rappresentare "questa situazione", accennata durante la presentazione della lista 'Oltre con Fitto' a Brindisi: "La canzone -  chiarisce Schittulli - scritta in napoletano, parla in termini drammatici di un amore contrastato per una malafemmena, che in questo caso assume il significato di donna affascinante e che fa soffrire, quasi insensibile, malvagia: indifferente alle pene d'amore che infligge al proprio innamorato".

Le reazioni, all'interno dei vari pezzi di centrodestra, però, non si sono fatte attendere. Luigi Vitali, commissario di Forza Italia e vero e promotore della candidatura di Poli Bortone, attacca l'oncologo: "Aver definito la senatrice Adriana Poli Bortone una mala femmna è stata da parte di Schittulli una caduta di stile aberrante per la quale dovrebbe scusarsi immediatamente e personalmente. Schittulli sa benissimo, e i sondaggi sono lì a ricordarglielo ogni giorno, che la sua presenza in questa campagna elettorale è ininfluente, e che la partita si gioca fra Michele Emiliano e Adriana Poli Bortone.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, ancora scintille nel centrodestra. Schittulli: "Poli Bortone 'malafemmena' "

BariToday è in caricamento