rotate-mobile
Politica

Centrosinistra verso le Regionali 2020, sul tavolo della coalizione primarie e dialogo con M5S

Ieri il vertice che ha riunito tutti gli esponenti del centrosinistra: decisione rinviata sui gazebo nonostante i "tempi stretti" auspicati da Pd ed Emiliano

A lanciare l'appello ad andare "uniti" era stato ieri il presidente della Regione, Michele Emiliano, dando per certa la candidatura di Fitto per il centrodestra. Un invito a quanto pare raccolto da tutte le forze di centrosinistra, che hanno partecipato lunedì pomeriggio al tavolo di coalizione convocato nella sede barese del Pd. Alla riunione hanno partecipato esponenti di Verdi, Socialisti, Socialdemocratici, Puglia Popolare, Italia In Comune, Pd, e dopo diversi forfait, anche il movimento "La Puglia in più", che fa riferimento al senatore dem Dario Stefano, e Sinistra italiana. 

Una lunga riunione in cui si sarebbe discusso di temi più che di persone, e che di fatto non ha portato ad una decisione sulla data delle primarie in Puglia, nonostante i tempi stretti auspicati dal Pd e dallo stesso Emiliano. Al momento, alla sfida dei gazebo per la scelta del candidato presidente parteciperebbero il governatore uscente, Michele Emiliano, l'ex eurodeputata Elena Gentile e il sociologo Leonardo Palmisano.

Ma tra i temi al centro della discussione c'è stato anche quello di una possibile apertura al dialogo sui programmi con il M5S. "La cosa più importante è aver ritrovato tutti i componenti della coalizione", dichiara alla Dire Marco Lacarra, segretario regionale dei dem pugliesi, rispondendo ad una domanda su una possibile replica in chiave pugliese del 'modello Umbria'. E sulla possibilità di aprire la coalizione ai Cinque stelle Lacarra dichiara di aver "cominciato a lavorare in modo proficuo con esponenti M5S nazionali e membri del governo. Evidentemente quegli steccati che si pensava potessero esserci non ci sono". Una interlocuzione che appare ancora più difficoltosa a livello locale, "ma evidentemente - prosegue il segretario nelle dichiarazioni riportate dalla Dire - è frutto di quanto accaduto in questi 5 anni". 

La discussione ha anche interessato la legge elettorale - da cambiare con l'introduzione della doppia preferenza di genere, opzione su cui c'e' stato un accordo unanime- e su cosa resta da fare in questi ultimi mesi di legislatura.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centrosinistra verso le Regionali 2020, sul tavolo della coalizione primarie e dialogo con M5S

BariToday è in caricamento