Mercoledì, 22 Settembre 2021
Regionali 2020

Doppia preferenza di genere in Puglia, il Pd e la coalizione per Emiliano rilanciano: "Inimmaginabile non approvarla"

Ieri si è riunito, nella sede regionale Pd, il tavolo della squadra di liste che sosterrà il governatore uscente nella corsa elettorale di settembre

Il Partito Democratico pugliese e la coalizione a sostegno di Michele Emiliano rilanciano ancora una volta la questione della doppia preferenza di genere nella legge elettorale regionali, in vista del voto di settembre. Dopo le ulteriori pressioni dal governo nazionale, pronto ad intervenire se non sarà approvato il provvedimento entro la fine del mese, i Dem e tutta la coalizione di centrosinistra chiedono di fermare ogni indugio. Ieri si è riunito, nella sede regionale Pd, il tavolo della squadra di liste che sosterrà il governatore uscente: un'occasione per fare anche il punto sulla campagna elettorale nei prossimi mesi.

"Anche alla luce del procedimento eccezionale ormai avviato dal governo, il Pd Puglia e l’intera coalizione - si legge in una nota - ritengono inimmaginabile che il Consiglio il 28 luglio non proceda in tal senso. Siamo quindi certi che la norma verrà infine approvata. Ci auguriamo naturalmente che nessun Consigliere chieda il voto segreto: si tratta di una votazione importante ed è giusto che ciascun componente del Consiglio si assuma con trasparenza la responsabilità della decisione che prenderà davanti all’intero Paese e al governo. Auspichiamo in fine che il 28 si proceda altresì con l’istituzione del Parco naturale di Costa Ripagnola, passaggio di notevole importanza per la tutela e la promozione del nostro territorio". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppia preferenza di genere in Puglia, il Pd e la coalizione per Emiliano rilanciano: "Inimmaginabile non approvarla"

BariToday è in caricamento