rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Regionali 2020

Fitto incassa la telefonata di Berlusconi e il sì di Forza Italia: "ll mio rapporto con la Lega? Non ho dubbi"

Il candidato governatore pugliese ha incontrato il numero due del partito, l'europarlamentare Antonio Tajani. Quest'ultimo sulle liste: "Non metteremo quaquaraqua"

La telefonata arriva a conferenza stampa già iniziata: Silvio Berlusconi vuole salutare Raffaele Fitto, candidato presidente della Regione Puglia per il centrodestra, intervenuto all'appuntamento elettorale di Forza Italia assieme al vicepresidente del partito, l'europarlamentare Antonio Tajani e ai dirigenti forzisti in Puglia. Uno scambio rapido di complimenti e auguri, nella stessa sala di un hotel del centro di Bari dove, 24 ore prima, la Lega, con Matteo Salvini, presentava il suo candidato alla vicepresidenza, Nuccio Altieri, proprio senza Fitto. 

E l'ex governatore, con una battuta, stempera il confronto nel centrodestra: "Il mio rapporto con la Lega? E' molto Fitto - afferma tra le risate della sala -. Abbiamo avuto una discussione normalissima. Da Salvini ci sono state parole chiare. L'iniziativa di ieri era della Lega e non mancheranno le occasioni per incontrarci. Non ho dubbi, né problemi. La coalizione è unita". Sulle liste dei partiti e su quella del presidente e su un'eventuale integrazione di ex leghisti, Fitto spiega che nelle prossime settimane vi saranno confronti con le anime della coalizione.

Da Forza Italia, invece, arriva un sì convinto alla sua candidatura, come sottolinea Antonio Tajani, parlando del suo rapporto con l'ex ministro: "Sono convinto che Raffaele - dice - meriti di ritornare presidente della Puglia. Lui si è battuto per farmi diventare presidente del Parlamento europeo. Quando un rapporto personale si rinsalda, merita di essere ripagato con la stessa determinazione. Mi batterò per lui come se io fossi candidato in questa terra". Fin dall'inizio dei tavoli di coalizione, rimarca Tajani, "Forza Italia aveva trovato in Fitto il punto di sintesi. Ci sono le condizioni politiche per cambiare le cose e parteciperemo da protagonisti", aggiungendo che nel 'pacchetto', oltre alla vicepresidenza per la Lega, c'è anche la Presidenza del Consiglio regionale per Forza Italia.

Tra i partecipanti alla conferenza anche il commissario regionale del partito, Mauro D'Attis, l'onorevole Dario Damiani, il deputato Francesco Paolo Sisto e la vicepresidente dei deputati di Fi, Licia Ronzulli, giunta in ritardo per un contrattempo con gli aerei: "Non metteremo in lista quaquaraqua o incapaci. - ha sottolineato Tajani - . Siamo convinti che Fitto sarà un eccellente presidente. Il centrodestra non è un partito unico, ma abbiamo identità differenti seppur con un minimo comun denominatore". Il centrodestra, dunque, tra polemiche per il 'ticket-non ticket', termina il suo primo giro di 'leader' in Puglia per le Regionali. Resta ancora il nodo delle Comunali dove, sottolineano sia Tajani che D'Attis, Forza Italia non ritiene ancora chiusi gli accordi, in particolare nella regione) per i candidati sindaci di Corato e Ceglie Messapica dove il confronto con gli alleati è ancora serrato. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fitto incassa la telefonata di Berlusconi e il sì di Forza Italia: "ll mio rapporto con la Lega? Non ho dubbi"

BariToday è in caricamento