rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Regionali 2020

Fitto risponde a Emiliano sul piano di rientro della Sanità: "La Puglia non è ancora uscita. Basta falsità"

L'attacco è del candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Puglia che ribatte alle parole dell'avversario di centrosinistra il quale stamattina ha incontrato a Bari il ministro della Salute Speranza

"Che Emiliano racconti falsità ai pugliesi non è una novità. Ma che un ministro che considero serio, come Speranza, si presti a raccontare in maniera ambigua e inesatta una notizia solo per fare campagna elettorale è decisamente poco edificante: La Puglia ad oggi non è uscita dal piano di rientro". L'attacco è del candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Puglia, Raffaele Fitto, che ribatte alle parole dell'avversario di centrosinistra, Michele Emiliano, il quale stamattina ha incontrato a Bari il ministro della Salute Roberto Speranza per parlare di sanità pugliese.

“Facciamo chiarezza - dice Fitto - : fino al 2005 la Puglia non ha mai avuto contestazioni dai tavoli ministeriali (se non è cos? sarebbe il caso di argomentare con atti), nel 2006 (Giunta Vendola) non ha rispettato il Patto di Stabilità. Negli anni successivi si sono susseguiti contestazioni. Nel 2010 è entrata nel Piano di Rientro, situazione che dura da 10 anni. Questi i fatti! Quindi tutti gli sproloqui odierni di Emiliano sul passato sono, ahimè, rivolti al suo predecessore Vendola".

“Se invece è come afferma, perché Emiliano non presenta in conferenza stampa il parere favorevole congiunto dei Ministeri della Salute ed Economia e la delibera del Consiglio dei Ministri? Questi sono gli atti ufficiali che confermerebbero l’uscita. Ma ci sono? Insomma, altro che ‘girono storico’ per la Sanità pugliese, quello di oggi rimarrà storico solo per la presa in giro dei pugliesi” conclude Fitto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fitto risponde a Emiliano sul piano di rientro della Sanità: "La Puglia non è ancora uscita. Basta falsità"

BariToday è in caricamento