menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scalfarotto pessimista su un'intesa tra Pd e M5S per le Regionali di Puglia: "Non si verificherà"

Il candidato presidente per Italia Viva, Azione e +Europa ha presentato il suo manifesto elettorale a Bari: ""L'unico accordo tra Pd e M5s in Liguria sta saltando - ha poi aggiunto - il modello romano non si replicherà nelle regioni"

"Il modello romano non si replicherà in Puglia": ad affermarlo, con riferimento all'alleanza tra Pd e M5S per le Regionali di settembre, è Ivan Scalfarotto, candidato presidente per Italia Viva, Azione e +Europa.

Scalfarotto ha partecipato a un appuntamento elettorale a Bari dove ha presentato il suo manifesto elettorale: "Abbiamo voluto segnare la differenza tra gli altri candidati -  ha dichiarato - anche con un'immagine che non e' la solita fotografia alla quale siamo abituati, per dare il senso di una diversità ma anche di una Puglia che parla al mondo, che vuole rifuggire dalla retorica assistenzialista del Mezzogiorno e attrarre turisti, lavoro, affari". Il manifesto è stato realizzato dall'artista Davide Barco: "L'immagine - dice vuole dare senso di speranza, pensa alla partecipazione, al fatto che è una campagna in cui non abbiamo 550 candidati in 14 liste, che spaziano dai neoborbonici alla falce e martello, non 550 facce che spariranno il giorno dopo, ma un gruppo di persone che vuole costruire una comunita'".

"L'unico accordo tra Pd e M5s in Liguria sta saltando - ha poi aggiunto - il modello romano non si replicherà nelle regioni. E' giusto che la Puglia che lavora, la Puglia degli studenti sia rappresentata da qualcuno che crede all'Europa. Sul Mes, ad esempio, che facciamo? Ci sono 2,5 miliardi per la sanità pugliese, Fitto non li vuole, Laricchia non li vuole, Emiliano non dice nulla: io, invece, li prenderei subito. Noi rappresentiamo l'unica proposta europeista e pragmatica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento