menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Su Rousseau passa il sì per le alleanze del M5S con altre coalizioni, Laricchia ribadisce il no: "Alle Regionali di Puglia andremo da solI"

Nessun approccio, dunque, con Michele Emiliano e il centrosinistra, come prospettato nelle scorse settimane: "Per me - dice Laricchia - il M5S o è alternativo alla mala politica della destra e della sinistra o non ha senso di esistere"

Antonella Laricchia, candidata presidente per il M5S alle prossime Elezioni Regionali di Puglia 2020, ribadisce il no ad alleanze dei pentastellati, nonostante il voto favorevole degli iscritti, sulla piattaforma Rousseau, alla proposta di schierarsi con altre coalizioni per le Amministrative.

Nessun approccio, dunque, con Michele Emiliano e il centrosinistra, come prospettato nelle scorse settimane: "Per me - dice Laricchia - il M5S o è alternativo alla mala politica della destra e della sinistra o non ha senso di esistere. Faccio il contrario di quello che farebbe molta gente: non salgo sul carro del vincitore. È passato il si  ma io ho votato no alle alleanze con i vecchi partiti, perché il MoVimento 5 Stelle è nato perché la mala politica di destra e la mala politica di sinistra avevano fallito. Dobbiamo trasformare i partiti nel M5S e non trasformare il M5S in quello che sono i vecchi partiti. Noi siamo post ideologici, il nostro elettorato viene da destra, da sinistra, dal centro e dal non voto. Schierarci in alleanza sui territori con il Pd o con altri vecchi partiti, di destra o sinistra, significa tradire parte del nostro elettorato, significa ammazzare il M5S".

"Storia diversa - dice Laricchia -  è il Parlamento, ovviamente. Naturalmente la base decide, spero non condizionata da pseudo opinionisti del giornalismo, che già ci hanno fatto andare a sbattere contro un muro di vergogna in Umbria e in Emilia Romagna. Concordo con quanto ha scritto Luigi Di Maio: ‘Io penso che finché le evoluzioni verranno dal basso non dobbiamo avere pregiudizi di alcun genere", ma dobbiamo anche stare attenti a mantenere una nostra identità, chiara e distinta, perché se dovessimo diventare uguali ai vecchi partiti, i cittadini potrebbero non notare più la differenza’.

"In Puglia - rimarca - fortunatamente il M5S resiste, resiste a questo ammaliamento di chi vuole inglobarci, digerirci e poi sputarci, dopo averci trasformato in un altro vecchio partito, di cui l’Italia non ha bisogno. In Puglia i pugliesi fortunatamente avranno un’alternativa a politici pessimi come Emiliano e Fitto, dal passato discutibile (basta leggere le cronache giudiziarie) e che hanno già amministrato male questa Regione, due pericoli per la Puglia”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola in Puglia, c'è l'ordinanza di Emiliano: superiori in Ddi per un'altra settimana, per elementari e medie resta la scelta alle famiglie

social

Nuova arma contro il Coronavirus, farmaco già in uso efficace contro l'infezione Sars-CoV-2: è la ricerca dell'Università degli Studi di Bari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento