Conca il giorno dopo l'esclusione dalle liste del M5S: "Cancellato con un clic. Io vicino al Pd? Chiacchiere"

La decisione aveva scatenato numerose polemiche all'interno del Movimento: "Da Bari in Regione entrerà solo uno. E' stata una manovra per farmi fuori"

"Una mia vicinanza al Pd? Sono solo chiacchiere. La realtà è che stavolta, su Bari, rischia di entrare solo un consigliere ed è per questo che mi hanno eliminato dalla lista": è amareggiato Mario Conca, consigliere regionale del M5S, escluso dalla rosa di 25 candidati per gli 8 posti che potranno aspirare a un seggio nel collegio della provincia di Bari per le prossime Elezioni Regionali pugliesi.

Un'esclusione, ufficializzata ieri all'interessato con un messaggio da parte dello staff, che aveva scatenato numerose polemiche all'interno del Movimento. Conca si era piazzato al secondo posto alle Regionarie di gennaio scorso, quando il Movimento ha designato il proprio candidato governatore. A spuntarla, con il 57% dei voti nel ballottaggio decisivo, la consigliera regionale Antonella Laricchia.

Conca ha raccontato la mattinata di ieri, nel giorno in cui gli attivisti,sulla piattaforma Rousseau, potevano esprimere la loro preferenza sulla rosa dei candidati: "Secondo quanto detto da alcuni miei amici - spiega Conca a BariToday - il mio nome sarebbe stato presente nell'elenco fino alle 8. Poi ho ricevuto chiamate e messaggi di attivisti che non potevano votarmi". 

Il consigliere ha così scritto, poco prima delle 10, ora dell'apertura dei 'seggi virtuali', ai probiviri del Movimento e allo staff per chiedere chiarimenti: "Solo per informarvi - si legge nel messaggio - che oggi si vota online e che stamattina è scomparso il mio nome dall'elenco dei votabili. Mi hanno scritto e chiamato in molti d ho verificato personalmente. Non so se sia un problema tecnico o il sogno proibito di qualcuno. Chi può verifichi perché immagino che dalle 10 sarà un casino".

Un'ora dopo è arrivata la risposta dallo staff del Movimento, in cui "a seguito della decisione del Capo Politico" la proposta di candidatura "non era stata accettata". Un vero e proprio 'game over' per il consigliere originario di Poggiorsini che, dopo una giornata di amarezza ha espresso il suo disappunto verso la decisione: "Sono stati maliziosi - attacca Conca - . perché le candidature erano state pubblicate due giorni prima del voto e io c'ero, Mi hanno cancellato con un clic".

Sulle voci di una motivazione legata alla sua apertura verso il Pd ed Emiliano in Consiglio regionale, Conca smentisce categoricamente: "Io intendevo portare avanti una strategia più generale, di respiro nazionale, non locale. Queste sono solo invenzioni". Ritengo che la motivazione sia più semplice. A questo giro il Movimento prenderà meno voti e i posti per entrare in Consiglio saranno pochi. Su Bari, con Antonella Laricchia possibile capolista, rischia di essercene solo uno. Dopo questa storia, penso nemmeno quello" sostiene Conca.

Una spaccatura, dunque, evidente, che non potrà non avere conseguenze sul Movimento in Puglia. Lo stesso consigliere uscente, pur non svelando dettagli, guarda già all'immediato futuro: "La vita è politica e la politica è vita - dice - . Il mio impegno non finisce qui".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Commando assalta tir pieno di prodotti alimentari e sequestra autista: caccia ai malviventi

  • "Ero a fare le pelose" sul lungomare: scatta multa da 3mila euro. A Bari oltre 300 persone in quarantena

  • Lutto nel mondo dello spettacolo: è morta Matilde Lomaglio, volto barese della tv negli anni '80

  • Stroncato dal coronavirus a 44 anni: l'addio di amici e colleghi per Luca Tarquinio Coletta, 'gigante buono' della Multiservizi

  • Nonno contagiato dal Coronavirus al San Paolo: in sette vivevano nell'appartamento da 60mq

  • "I non residenti lascino casa per i controlli", nei condomini di Bari numerosi manifesti truffa: indaga la Polizia

Torna su
BariToday è in caricamento