La stretta di mano tra Fitto e Salvini a 8 giorni dalle elezioni: "Coalizione compatta", rush finale sul lungomare di Bari

All'appuntamento sul molo San Nicola anche Giorgia Meloni, Antonio Tajani e Lorenzo Cesa: "L'aria che tira è buona"

A 8 giorni dal 20 settembre e dall'apertura dei seggi elettorali per le Regionali 2020, il centrodestra si presenta al completo agli elettori per la prima volta dall'inizio della campagna elettorale. C'è stata l'attesa stretta di mano tra il candidato Raffaele Fitto, il segretario della Lega Matteo Salvini e il vicepresidente in pectore Nuccio Altieri, in quota Carroccio, antagonista dell'europarlamentare per il ruolo di punta di candidato governatore, dopo i contrasti dei mesi scorsi, sempre più sfumati man mano che ci si avvicinava alla data delle elezioni. Il comizio del molo San Nicola, sul lungomare di Bari è il trampolino di lancio per il rush finale del centrodestra: "Sono molto soddisfatto - ha detto Fitto -. Compattezza vera e abbiamo voluto realizzare un'unità seria, concreta, che da credibilità al nostro progetto politico, testimoniando la volontà di governare la Regione". 

Oltre a Salvini (che ha chiuso il comizio) e Fitto, all'appuntamento barese hanno preso parte, tra gli altri, la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni, il vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani e il segretario Udc Lorenzo Cesa.

Da Salvini, un sì a Fitto per portare la Lega per la prima volta al governo della Puglia: "La squadra - sostiene il segretario del Carroccio - è compatta. È stata una scelta di unita, umiltà e generosità della Lega. L'aria che tira è positiva. A sinistra ci sono litigi e la Puglia non ha bisogno di queste cose. È un voto importante per i pugliesi. Mi piacerebbe che la Lega - da notare Salvini - possa occuparsi di pesca, agricoltura e sanità" e su quest'ultimo punto, sottolinea il senatore, "la Puglia non ha da imparare da nessuno. Il modello vincente è quello di riaprire gli ospedali". 

Gli fa eco proprio Fitto che elenca gli aspetti su cui lavorare in caso di vittoria elettorale, in attesa di presentare, la prossima settimana, il programma elettorale completo della coalizione: "I risultati di questi 15 anni sono sotto gli occhi di tutti. Abbiamo le tasse piu alte d'Italia, nessuna infrastruttura realizzata. Trecento milioni di euro sono stati prelevati all'anno dai cittadini per 13 anni, per alimentare un mostro chiamato Regione tra incarichi e prebende. Dobbiamo smantellare questa giostra d potere. Incapacità totale da parte di chi cerca la polemica. Renzi dice che sono uguale a Emiliano? Che faccia la campagna elettorale per Scalfarotto e si ponesse il problema del perché e al governo con chi polemizza".

Da Giorgia Meloni la soddisfazione di aver promosso Fitto leader sin dal primo momento: "Crediamo che la vittoria sia alla portata. Campagna elettorale nervosa da parte degli avversari. Annunci di concorsi sulla Sanità dopo che non li hanno fatti per 5 anni. Se Emiliano non ha convinto Renzi, Bellanova, Bonino, Di Maio e Conte non so come possa convincere i pugliesi. Persino sul contagio covid c'è stato un tentativo ridicolo di screditarci da parte di una sinistra isterica" attacca Meloni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da Tajani non solo il saluto del convalescente Silvio Berlusconi ma anche la rivendicazione del ruolo di Forza Italia nella coalizione: "Le forze del centrodestra sono diverse ma coese. L'elettorato del centrodestra è diversificato. Vogliamo essere elemento determinante per le riforme. Serve una rivoluzione specifica. Bisogna presentare un modello diverso della regione". Alla fine dell'appuntamento la foto di famiglia di un centrodestra unito verso il 20 e il 21 settembre. Salvini poi ha proseguito la serata barese con altri due comizi a Carbonara e Altamura. Per la Meloni, domattina passeggiata tra i 'sottani' di Bari vecchia e la possibilità che negli ultimi giorni ritorni di nuovo in Puglia per cercare l'ultima spinta decisiva.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento