Conto alla rovescia per le Primarie del Centrosinistra in Puglia, Lacarra: "Non sarà votazione finta. Basta offese e attacchi"

Seggi aperti domenica dalle 8 alle 20. Nei giorni scorsi il fuoco 'amico' dai renziani e dalla Sinistra (Vendola compreso) ha provocato polemiche e discussioni

Nessuna 'quota' di partecipanti per decifrare il successo, tenendo conto dei 70mila votanti che lo scorso anno parteciparono alla consultazione che ha incoronato Zingaretti segretario Dem. Domenica 12, però, quando i pugliesi andranno a votare per le Primarie del Centrosinistra che designeranno il candidato governatore alle Regionali di primavera, più d'uno, però, potrebbe tenere conto dell'affluenza per rinvigorire lo scontro politico. Nel frattempo, però, la macchina organizzativa lima gli ultimi dettagli: stamane nella sede regionale del Pd in via Re David a Bari, il segretario pugliese Marco Lacarra ha fatto il punto in vista di domenica dove si fronteggeranno Il presidente pugliese uscente Michele Emiliano, il consigliere regionale Fabiano Amati, l'ex europarlamentare Elena Gentile e il sociologo Leo Palmisano. Oltre 250 i seggi in tutta la Puglia, 7 dei quali nella città di Bari, aperti dalle 8 alle 20. Si potrà votare versando un contributo di almeno 1 euro, presentandosi con un documento d'identità. La consultazione è aperta a tutti cittadini italiani iscritti nelle liste elettorali. Per i non residenti il termine per registrarsi sul sito www.primariepuglia2020.it è fino a domani 9 gennaio. I risultati arriveranno già in serata.

Il fuoco amico da centro e sinistra: "Folle e autolesionistico"

Nei giorni scorsi il fuoco 'amico' dai renziani e dalla Sinistra (Vendola compreso) ha provocato polemiche e discussioni, scuotendo e non poco l'insieme di partiti che dovrebbe comporre la coalizione per confermarsi al governo della Regione: "Respingo l'idea di chi dice siano Primarie finte. L'offesa più grande - ha affermato Lacarra - è per chi in questi giorni sta lavorando per garantire un'efficiente organizzazione domenica e consentire un voto sereno. Sono due anni che lavoriamo per tenere insieme la coalizione. Questo lavoro è partito subito dopo l'estate 2018, con un tavolo inizialmente conto, successivamente allargatosi. Abbiamo tenuto conto di tutte le osservazioni, organizzando le Primarie anche a gennaio. Tra tre mesi, probabilmente, ci saranno le Regionali. Siamo forse abituati a vincere da 15 anni in Puglia, pensando che sia un dato consolidato. Se il candidato del centrodestra sarà Fitto, c'è il rischio che si ritorni indietro di 20 anni. C'è chi invece, a ciò, preferisce anteporre rapporti critici con il governatore solo per togliersi qualche sassolino: tutto ciò è folle, autolesionistico e molto poco politico".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Vendola? Mi dispiace non partecipi"

Lacarra poi aggiunge: "Abbiamo impiegato 15 anni per portare avanti una classe dirigente pugliese. Dobbiamo porci contro la Destra sovranista e un'idea di restaurazione". Il segretario pugliese Pd, poi, cita anche l'ex ministro Carlo Calenda: "Non ha mai messo piede in Puglia - dice - e si occupa delle Primarie sostenendo uno dei 4 candidati (Fabiano Amati, ndr), riconoscendo il percorso legittimo del centrosinistra. Vedo - prosegue Lacarra - una presenza strumentale diu chi vuole solo distruggere". E poi un'osservazione su Vendola: "Mi dispiace che un protagonista di una stagione importante, che ha consentito a tutti noi di costruire una classe dirigente nuova, non prenda parte alle Primarie. Sono certo che lo avremo al nostro fianco dal 13". Un'ultima battuta su Dario Stefàno, fortemente critico nei giorni scorsi contro il governatore pugliese: "Io non ho poteri disciplinari nei confronti degli iscritti al Pd. Ho solo raccontato al segretario nazionale - ha detto Lacarra - di alcune sue recenti dichiarazioni sulla stampa. Zingaretti ha preso atto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento