Emiliano domina le Primarie e guarda alle Regionali di primavera: "La Puglia va difesa e rispettata"

L'analisi del voto di ieri: a Bari città netta prevalenza del governatore, seconda Gentile, terzo Palmisano e quarto Amati, tutti e tre staccati di una manciata di voti

Da oggi "Si comincia a scrivere il programma, tutti insieme. Dovrò continuare a fare il presidente della Regione e quindi la mia campagna elettorale sarà soprattutto lavorare per la Puglia e costruire insieme agli altri il programma per i prossimi 5 anni". Così Michele Emiliano ha commentato il successo alle Primarie del Centrosinistra che ieri hanno designato il candidato governatore per le prossime Regionali di primavera. L'attuale presidente della Giunta regionale ha vinto con il 70,4% delle preferenze, conquistando complessivamente 56773 voti (su 80608 totali), davanti a Fabiano Amati (11559 voti pari al 14,3%), Elena Gentile (9753 voti, 12,1%) e Leo Palmisano (2523 voti, 3,1%).

L'analisi del voto delle Primarie a Bari

A Bari città, secondo i dati raccolti dal Comitato organizzatore, hanno votato 6436 persone, nei 7 seggi sparsi per i quartieri del capoluogo con Emiliano che ha raccolto 5457 voti, seguito a lunga distanza da Gentile (337), Palmisano (324) e Amati (318). Per il governatore in cariva record di preferenze al seggio di Bari Carrassi-San Pasquale- Poggiofranco, con 1107 e ottimi risultati un po' ovunque, da Palese al Libertà, incassando oltre 700 voti in quasi tutti i punti elettorali allestiti nei municipi cittadini. Tra gli avversari si segnalano le oltre 100 preferenze di Amati a Carrassi-San Pasquale-Poggiofranco e Madonnella-Murat, e di Palmisano sempre nel seggio allestito all'hotel Rondò. Più distribuito tra i quartieri, invece, il sostegno ad Elena Gentile.

Emiliano: "Grazie ai pugliesi"

Emiliano ha subito voluto ringraziare chi ha partecipato alle Primarie: "Il freddo e la pioggia non hanno fermato i pugliesi - riferisce Adn Kronos - non hanno fermato la coalizione della Puglia che è il nome che la nostra alleanza assume da oggi. La coalizione della Puglia è più forte che mai. Siamo pugliesi e ci siamo uniti nella democrazia partecipata attraverso le primarie con migliaia e migliaia di cittadini che hanno messo su una giornata meravigliosa di democrazia ancora una volta. Il primo grazie ai pugliesi. Questo popolo meraviglioso - ha evidenziato - mi ha insegnato a fare il sindaco e mi sta insegnando a fare il presidente della Regione. Penso che qui ci sia qualcosa di diverso dal resto del mondo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La Puglia va difesa e rispettata"

"I pugliesi sono andati a votare il 12 gennaio, ha cominciato pure a piovere oggi pomeriggio (ieri, ndr). Ora lo possiamo dire, il risultato - ha ammesso Emiliano - era abbastanza scontato e quindi perché sono andati a votare? Più che per far vincere qualcuno, lo hanno fatto per testimoniare per tutti noi, hanno fatto un atto di testimonianza. Sono usciti di casa per dire 'io sto qua'. Una cosa così non succede da nessun'altra parte. Questa cosa è bellissima ed è una poesia della politica che va conservata". Un ringraziamento anche ai volontari e alla macchina organizzativa "che si rinnova, perfetta, straordinaria, hanno aperto seggi dappertutto" e ai tre avversari: "Non era una competizione semplice - ha detto - so cosa significa e mi sono immedesimato in loro. Penso che loro renderanno migliore anche me, perché le critiche che mi hanno fatto durante questa campagna per le primarie le ho ascoltate tutte con grande attenzione. Da domani inizia la battaglia per la Puglia. Mi viene in mente la battaglia d'Inghilterra nella quale qualcuno tentava di prendersi l'Inghilterra. Penso che la Puglia nessuno se la possa prendere, la Puglia va rispettata, va difesa, noi l'abbiamo fatto, forse qualche volta anche commettendo degli errori perché abbiamo dei limiti, siamo umani" ha concluso Emiliano. Il centrosinistra ha ufficialmente il suo candidato: Adesso la palla passa agli avversari, a cominciare da un centrodestra che attende di sbrogliare la questione Fitto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Commando assalta tir pieno di prodotti alimentari e sequestra autista: caccia ai malviventi

  • "Ero a fare le pelose" sul lungomare: scatta multa da 3mila euro. A Bari oltre 300 persone in quarantena

  • Lutto nel mondo dello spettacolo: è morta Matilde Lomaglio, volto barese della tv negli anni '80

  • Stroncato dal coronavirus a 44 anni: l'addio di amici e colleghi per Luca Tarquinio Coletta, 'gigante buono' della Multiservizi

  • Nonno contagiato dal Coronavirus al San Paolo: in sette vivevano nell'appartamento da 60mq

  • "I non residenti lascino casa per i controlli", nei condomini di Bari numerosi manifesti truffa: indaga la Polizia

Torna su
BariToday è in caricamento