menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavoro, sanità, scuola e rifiuti: i pugliesi dettano l'agenda del prossimo governo regionale

I risultati di una indagine commissionata dal M5S Puglia e condotta da GPF Inspiring Research nel mese di ottobre: agli intervistati è stato chiesto di indicatre le priorità sociali che la prossima amministrazione regionale dovrà affrontare

Le priorità di intervento per il prossimo governo regionale, secondo i pugliesi? Lavoro, sanità, scuola e rifiuti. È quanto emerge da una indagine campionaria commissionata dal M5S Puglia e condotta nel corso del mese di ottobre da GPF Inspiring Research, volta a comprendere quali siano per i cittadini le priorità della Puglia e i settori su cui puntare maggiormente per la crescita della regione.

Lavoro e sanità al primo posto 

La prima priorità espressa - spiega una nota del M5S Puglia - è quella sul lavoro, citato dall’80% degli intervistati; quasi altrettanto importante è il settore della Sanità (72% la considera prioritaria); a seguire altri ambiti, quali la scuola, università, rifiuti e agricoltura. Parziale eccezione in questa lista di priorità nella BAT, unica provincia in cui la sanità è visto come il settore fondamentale su cui investire. Quando si chiede più nel dettaglio su quali aree specifiche una futura giunta dovrebbe intervenire, oltre alla mancanza di lavoro, viene riportata la lotta alla corruzione (21% di citazioni, che divengono il 38% in provincia di Lecce) e i tempi di attesa sanitari (19% delle citazioni). La ricerca è stata condotta GPF Inspiring Research con approccio metodologico quantitativo, attraverso la somministrazione di un questionario strutturato, di durata circa 15 minuti, a un campione di 1000 casi rappresentativo della popolazione maggiorenne pugliese, per quote di genere, età, provincia di residenza. La rilevazione si è svolta con tecnica di rilevazione telefonica (interviste CATI, «Computer Assisted Telephone Interviewing») nel mese di ottobre 2019.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento