Mercoledì, 22 Settembre 2021
Regionali 2020

Il Pd accoglie Leo Palmisano e rilancia la trattativa con M5S e renziani: "Porte aperte fino all'ultimo giorno utile"

A confermarlo, stamane, il segretario Pd Puglia Marco Lacarra e l'onorevole Ubaldo Pagano, intervenuti durante la presentazione dell'accordo con la lista 'Ambiente e Lavoro' del sociologo barese

Da una parte l'inserimento di Leo Palmisano, avversario di Michele Emiliano alle scorse primarie del centrosinistra, il quale con la lista Ambiente e Lavoro è entrato nella compagine del Pd in vista delle Regionali di settembre. Dall'altra, il dialogo per compattare una coalizione assieme a Italia Viva e al M5S, al momento unica soluzione concreta per Emiliano di battere un centrodestra capitanato da Raffaele Fitto (seppur con molte divisioni sottotraccia) al momento favorito per il voto di fine estate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proseguono, dunque, le trattative tra i Dem. i renziani e i pentastellati che, al momento, vanno avanti con la campagna elettorale, sostenendo rispettivamente i candidati presidenti Ivan Scalfarotto e Antonella Laricchia (quest'ultima presenterà domani il suo comitato in centro a Bari): a confermarlo, stamane, il segretario Pd Puglia Marco Lacarra e l'onorevole Ubaldo Pagano, intervenuti durante la presentazione dell'accordo con la lista del sociologo Leo Palmisano che contribuirà con 3 candidature a "irrobustire la coalizione" nelle compagini elettorali per le province di Bari, Taranto e Lecce. Per quanto riguarda altri nomi nei Dem, oltre alle riconferme praticamente certe di Fabiano Amati e Donato Pentassuglia, si fanno strada Francesco Paolicelli e Domenico de Santis, giovani 'emergenti' del partito per rinnovare la classe dirigente e preparala per il futuro (con orizzonte 2025).

Da Lacarra una mano tesa per Iv e M5S: "Faremo ogni sforzo possibile per poter ricompattare una maggioranza che è esattamente quella che governa il paese,. Ai nostri elettori dobbiamo spiegare perché a Roma governiamo in un modo e in Puglia andiamo diversamente. Ci lascia perplessi vedere che c'è chi sostiene il Governo nazionale e poi viene a fare campagna elettorale contro Emiliano e il Pd. Bisogna evitare una stortura politica, sociale ed elettorale, altrimenti gli elettori non capiscono. Prima parlano male di Emiliano e poi pretendono dal Pd il sostegno all'azione di governo" rimarca Lacarra, citando i renziani Teresa Bellanova e Ivan Scalfarotto.

Nello specifico, sulle trattative sotterranee con i Cinquestelle, Lacarra è ancor più chiaro: "Fino al confine stiamo insieme, poi entriamo in Puglia e vi sono attacchi violenti contro il governo regionale. Ciò non può funzionare e rischia di creare problemi a settembre a livello nazionale. Siamo disponibili a ragionare sui programmi e sulla governance - sottolinea Lacarra - che non è uno scambio di poltrone. Abbiamo  al momento ricevuto solo dinieghi. Confidiamo nell'0intervento di personalità nazionali che pare siano convinte dell'alleanza. E' un lavoro di mediazione sui più fronti con il PD nazionale, col ministro Boccia e col sindaco Decaro che ha un ruolo di primo piano per provare a riportare il buon senso in Puglia che pare qualcuno abbia smarrito".

Il concetto è stato ulteriormente espresso dall'onorevole Ubaldo Pagano: "Fino all'ultimo giorno utile - dice - proveremo a chiudere un'alleanza non solo elettorale ma anche politica e strategica. Se usciamo dalle ambizioni personali e ci rivolgiamo agli elettori si rischia di fare il gioco delle Destre". Una scelta già fatta da Leo Palmisano che ha presentato i 4 punti dell'accordo che consentirà di entrare nelle liste dei Dem: "Agricoltura, cultura, scuola e rilancio delle aree industriali - dice Palmisano. Andremo incontro a una crisi molto lunga e dobbiamo rispondere producendo lavoro immettendo una svolta sanitaria e sociale a qualunque tema programmatico. Gli amici di Italia Viva avevano provato a convincermi (per un ruolo elettorale, ndr) ma ho detto loro che c'è spazio per costruire insieme un programma, da ratificare nella fase di governo",

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd accoglie Leo Palmisano e rilancia la trattativa con M5S e renziani: "Porte aperte fino all'ultimo giorno utile"

BariToday è in caricamento