Regionali 2020

Mascherine obbligatorie, sanificazione di mani e matite: le regole per votare con il protocollo anti Covid

L'Asl di Bari ha previsto "un modello con modalità operative e precauzionali per l'allestimento dei seggi, le operazioni di voto, per i componenti dei seggi e per garantire il diritto di voto anche ai cittadini in quarantena, isolamento fiduciario"

Per entrare nel seggio bisognerà indossare la mascherina e sia prima che dopo il voto bisognerà igienizzare le mani: manca ormai poco all'avvio delle elezioni di domenica e lunedì 20 e 21 settembre e nelle ultime ore è stato definito il protocollo di sicurezza anti Covid approntato dalle Asl di Puglia in coordinamento con Regione e Prefetture.

L'Asl di Bari ha previsto "un modello con modalità operative e precauzionali per l'allestimento dei seggi, le operazioni di voto, per i componenti dei seggi e per garantire il diritto di voto anche ai cittadini in quarantena, isolamento fiduciario e in trattamento domiciliare, con i seggi speciali"

Nel seggio bisognerà dunque indossare una mascherina chirurgica depositando da sé le schede a disposizione, ovvero per il Referendum, per le Elezioni Regionali e le Comunali. Al termine di ogni operazione di voto le matite dovranno essere sanificate. Per entrare negli edifici che ospitano i seggi vi saranno aree di attesa esterne e percorso differenziati per ingresso e uscita. All'interno delle sezioni elettorali, dove vi saranno i dispenser con prodotti igienizzanti, i componenti e gli elettori dovranno essere distanti almeno un metro. Previsti anche ricambi d'aria e areazione naturale e una sanificazione periodica di tavoli, cabine e servizi igienici. Per lo spoglio delle schede è consigliato anche l'uso dei guanti durante le operazioni.

"L'elettore - ricorda il protocollo - non deve uscire di casa e andare al seggio in caso di: sintomatologia respiratoria o di temperatura corporea superiore ai 37,5 gradi; contatto con persone positive al Covid-19 negli ultimi 14 giorni; quarantena obbligatoria o di isolamento domiciliare". Sarà, comunque, l'esercizio del diritto di voto: "Sono in quarantena - specifica il protocollo - i contatti stretti ovvero persone esposte a Sars-CoV-2 ma asintomatiche e senza conferma di positivita' per il patogeno virale e persone provenienti da aree a rischio, per le quali è previsto l'obbligo di quarantena".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mascherine obbligatorie, sanificazione di mani e matite: le regole per votare con il protocollo anti Covid

BariToday è in caricamento