menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regionali, Di Paola convoca i suoi: "Ma non ci candidiamo"

L'ex amministratore unico di Adp ieri al Galleria ha illustrato una serie di proposte in vista della competizione elettorale. Tra le idee quella di un'unica Asl "da gestire in modo manageriale". "Candidarmi? Per ora no"

Impegno Civile guarda alle regionali. E così l’ex amministratore unico di Aeroporti di Puglia, Mimmo Di Paola, convoca i suoi per mettere a punto una serie di idee da mettere a disposizione del dibattito pubblico che si articolerà in vista dell’appuntamento del prossimo 31 maggio. In un’assemblea presso il multicinema Galleria, Di Paola ha lasciato intendere che l’associazione parteciperà attivamente con proposte concrete, in parte illustrate nel corso della mattinata di ieri. Tra gli altri presenti il giornalista Luciano Sechi che ha moderato l'incontro, Alessandro Amati (capogruppo FAI per la provincia di Brindisi) e Patrizia del Giudice, (presidente della Piccola Industria di Confindustria Bari e Bat).

"Ci sono tante energie positive che sono congelate, mortificate, a volte disilluse, che possiamo scongelare e mettere insieme per  ritrovare la passione, l'entusiasmo, la voglia, l’impegno appunto, per  costruire un programma di sviluppo sociale ed economico  con progetti di lungo periodo”, ha affermato Di Paola spiegando qual è l’obiettivo di Impegno Civile in questa fase. “Oggi occorrono virtù diverse da quelle del passato: nel mondo globalizzato sono richieste al posto della prudenza il coraggio; al posto dell’astuzia la sincerità, al posto della parsimonia  la generosità", ha continuato l’ex candidato sindaco del centrodestra.

L’incontro si è articolato in diversi momenti di approfondimento circa gli assi attorno ai quali si svilupperà la prossima programmazione regionale: dalla sanità alle politiche formative dei dipedenti della PA fino all’agricoltura e all’imprenditoria, in particolare quella giovanile. Un capitolo a parte è stato dedicato alla xylella, il virus che sta mettendo a rischio migliaia di alberi d’ulivo nell’area del sud Salento. Per Mimmo di Paola è necessario circoscrivere in modo chiaro “l’emergenza fitosanitaria, salvaguardando uno degli assi portanti dell’economia del nostro territorio”. Sulla sanità, la proposta è quella di una governance centralizzata. L’idea è di una sola Asl regionale, “gestita in modo manageriale e capace di produrre un’unica lista d’attesa grazie ad un sistema informativo centralizzato” .

"Questo impegno vuole essere una testimonianza della civiltà contemporanea e dunque un impegno di cittadinanza attiva”, ha spiegato in una nota  il vice presidente di Impegno Civile Sabrina Strippoli.  “Bisogna riporre la centralità sulla persona, come ci ricordava Don Luigi Sturzo, per poter migliorare l’assetto sociopolitico ed economico della nostra cara Italia,  della nostra bella Puglia, delle nostre città”, ha proseguito Strippoli. 

A domanda circa la possibilità di una candidatura alle regionali, la risposta di Mimmo Di Paola non lascia spazio ad equivoci: “Quando l’ho voluto fare l’ho fatto in prima persona in maniera chiara e trasparente, ora vogliamo proporre idee, progetti, contenuti operativi per il rilancio della nostra terra”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento