Politica

Renzi chiama Emiliano a Roma? L'ex sindaco: "Mai lascerei la Puglia"

Il candidato del centrosinistra alla presidenza della Giunta regionale pugliese stoppa le voci che lo vedrebbero sostituto del ministro Lupi, coinvolto (ma non indagato) nell'inchiesta riguardante il Ministero delle Infrastrutture

"Non lascerei mai la Puglia". Michele Emiliano, candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione, stoppa in un battibaleno le voci che lo vedrebbero al ministero delle Infrastrutture, al posto dell'attuale titolare, Maurizio Lupi, coinvolto (ma non indagato) nelle intercettazioni telefoniche della Magistratura riguardanti una presunta rete di corruzione sulle grandi opere che hanno portato, tra gli altri, all'arresto dell'ex alto dirigente del Ministero, Ettore Incalza, di un suo collaboratore e di alcuni imprenditori di spicco.

Mentre aumentano le voci (smentite dall'interessato) su possibili dimissioni di Lupi, ieri era circolata quella che voleva proprio Emiliano al suo posto, su richiesta diretta del premier. Circostanza negata dall'ex primo cittadino, già in corsa per diventare ministro delle Infrastrutture in fase di formazione dell'attuale esecutivo, battuto proprio da Lupi, riconfermato ai Trasporti. Emiliano dunque non stoppa la su corsa alle Regionali, ulteriormente velocizzata dall'avvio delle 'Sagre del programma' dopo la kermesse di sabato scorso in Fiera.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Renzi chiama Emiliano a Roma? L'ex sindaco: "Mai lascerei la Puglia"

BariToday è in caricamento