menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regionali, Fitto chiede spazio nelle liste di Forza Italia. In Fiera atteso il pienone

L'ex ministro di Maglie si prepara alla kermesse di domenica prossima. Il commissario Vitali prosegue il lavoro per la composizione delle liste in linea con il dettato di Berlusconi

Continua il braccio di ferro tra Raffaele Fitto e Luigi Vitali. Tra l’ex ministro di Maglie e l’attuale commissario di Forza Italia pugliese tira un’aria sempre più tesa. La kermesse convocata domenica prossima in Fiera dal leader dei ricostruttori rappresenterà un banco di prova  determinante per tutta la truppa fittiana, che non ha alcuna voglia di sottomettersi agli altolà del commissario brindisino.

In questi giorni pare che lo stesso Fitto abbia chiesto a Vitali di poter mettere mano alle liste per le regionali con una quota di almeno il 50% delle persone da selezionare. Ma una proposta simile ha più il sapore della provocazione che della proposta politica. Vitali ha azzerato i vertici provinciali e regionali del partito e deve portare a compimento il mandato di Berlusconi, che è quello di ridimensionare all’osso la fronda fittiana colpendolo proprio dalla Puglia. Domenica si capirà cosa succederà, ma è evidente che una fortissima partecipazione potrebbe mettere in crisi chiunque.

Fitto continua a riferire che non organizzerà liste civiche, anche se appare improbabile pensare che laddove Forza Italia dovesse respingere ogni richiesta dell’ex ministro, quest’ultimo sparisca di scena lasciando senza riferimento i suoi fedelissimi, molti dei quali in cerca di un posto al sole per le regionali. Tra quanti pare  abbiano abbandonato Fitto c’è Francesco Paolo Sisto,  da alcuni anni parlamentare di Forza Italia. La presenza di Sisto al pranzo che si svolto al termine della kermesse convocata da Schittulli allo Showville, pare abbia colto di sorpresa l’intero entourage di Fitto.  Insomma, si tratta di una partita a scacchi che ha tutta l’aria di proseguire per molto. L’unica cosa certa è che liste dovranno chiudersi il 10 aprile. Un mese esatto per comprendere se la coalizione troverà un barlume di unità attorno a Schittulli o se la fronda interna a Forza Italia finirà per indebolire fatalmente la corsa dell’oncologo barese alla conquista della Regione Puglia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento