menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regionali, due liste civiche per Emiliano. Se eletto avrà la delega alla Sanità

Convocato ieri pomeriggio il tavolo della coalizione. L'ex sindaco di Bari potrà contare su due formazioni civiche. Gli esponenti Udc confluiranno nel listone Realtà Italia-Centro democratico. Il 14 marzo primo forum per la stesura del programma

Pronti per il lancio della campagna elettorale e decisi sugli obiettivi. Si è riunito ieri pomeriggio il tavolo della coalizione di centrosinistra formato da Pd, Sel, Puglia in più, Realtà Italia, Centro Democratico, Idv, Socialisti e Riformisti. Primo punto all’ordine del giorno, la definizione delle liste in vista delle regionali di maggio prossimo. Michele Emiliano, trionfatore delle primarie dello scorso 30 novembre, presenterà due liste civiche: “Emiliano sindaco di Puglia” ed “Emiliano per la Puglia”;  due cartelli che permetteranno al candidato presidente di rafforzare la truppa a suo sostegno.

A gestire la composizione di queste due civiche sarà Giovanni Procacci, ex Margherita  e braccio destro dell’ex sindaco di Bari già durante i mesi che hanno preceduto le consultazioni del 30 novembre scorso. La lista del Pd è forse quella più complessa da gestire, anche considerando le dure parole di Emiliano nei confronti di quei consiglieri che hanno affossato l’emendamento a favore della doppia preferenza di genere. Tuttavia, dato il voto segreto con cui l’aula consiliare di via Capruzzi si è espressa, diventa pressoché impossibile individuare i responsabili della bocciatura e quindi anche solo immaginare un repulisti interno.

Al tavolo di ieri presente anche Dario Stefàno (secondo alle primarie dello scorso anno, ndr), a capo della lista “Puglia in Più” dove confluiranno sia esponenti di Sel  che quanti hanno voglia di sposare un progetto politico più a sinistra del Pd. Il tavolo ha espresso parere favorevole all’ipotesi che Michele Emiliano, in caso di vittoria, possa assumere la delega alla sanità. Intanto il primo forum finalizzato alla costruzione del programma è stato programmato per il 14 marzo. Si terranno sei incontri, uno per ciascuna delle province pugliesi. Il simbolo dell’Udc non potrà essere utilizzato essendoci un accordo definito a livello nazionale tra Ncd e Udc. Avendo però i vertici dello scudo crociato pugliese espresso sostegno ad Emiliano, essi confluiranno nella lista Realtà Italia - Centro Democratico. Discorso diverso per i socialisti: la componente riformista capeggiata da Claudio Signorile sembra non abbia trovato l’accordo con il Psi ed è assai probabile che questi ultimi trovino spazio nelle civiche di Emiliano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento