Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Regionali, Minervini lancia la candidatura alle primarie: "Io ci sono"

L'annuncio dell'assessore alle Politiche giovanili della giunta Vendola affidato ad un lungo post su Facebook: "Ci sono, a patto che riemerga il popolo della buona politica. E' tempo di cambiare il cambiamento"

"Ci sono. Se ci siamo". L'assessore regionale alle Politiche educative, Guglielmo Minervini, annuncia così la sua discesa in campo per le primarie del centrosinistra che decideranno il prossimo candidato presidente della coalizione. E lo fa attraverso un lungo post su Facebook, pubblicato questa mattina, confermando così le voci che circolavano già da tempo.

L'assessore Pd della giunta Vendola, ex sindaco di Molfetta, va quindi ad aggiungersi agli due candidati già ufficiali, il segretario regionale del Pd Michele Emiliano, e il senatore di Sel Dario Stefàno.

"La Puglia di oggi è diversa da quella di prima. - scrive Minervini - Arriva il tempo del bilancio. Nei prossimi mesi diremo insieme quello che avrebbe potuto essere e quello che è stato. Diremo anche degli errori, delle contraddizione e delle omissioni". "Resta il fatto - prosegue - che, luci e ombre, la Puglia che abbiamo dinanzi è una Puglia più fiera, più consapevole, più responsabile di se". "La sfida - aggiunge Minervini - è proprio questa: cambiare la Puglia partendo dalla Puglia, non da Roma o da Bruxelles".

LEGGI: LA LETTERA APERTA DI MINERVINI

Ma l'assessore mette in chiaro anche il suo ruolo nel gioco dei posizionamenti e delle alleanze strategiche. "Non chiedetemi chi ho dietro. Lo dico subito: nessuno. Lo confesso, sono una frana. Conosco il potere, lo frequento da parecchio ormai, ho sviluppato i miei anticorpi e ho imparato a domarlo. Non ho apparati, non ho gruppi di interesse, non ho strutture organizzate" - scrive Minervini - "Sono debole, se volete nella vecchia logica. Dunque sono libero". "Non ho nessuno dietro. Ma sento di avere tantissimi accanto".

E nel suo lungo post, in cui parla di necessità di "cambiare il cambiamento", Minervini parla anche apertamente della sua battaglia personale, peraltro mai nascosta, contro la malattia. "Ora che le mie condizioni di salute, quelle che mi hanno fatto camminare sul cornicione della vita lasciandomi in dono uno sguardo diverso, finalmente disincantato, sulle cose della politica, me lo consentono, posso dirlo: ci sono per provare a spingere oltre il governo della nostra regione ma a patto che ci siamo".

"Non sarà un cammino facile", avverte Minervini, che conclude con un appello diretto ai 'suoi', ai cittadini che vorranno sostenere la sua candidatura. "Sarà una strada tutta in salita. Che comincia di qui. Da ciascuno di voi. Anche da un click".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, Minervini lancia la candidatura alle primarie: "Io ci sono"

BariToday è in caricamento