rotate-mobile
Politica

Primarie per le Regionali, il Pd accelera ma le altre forze del centrosinistra frenano: "Prima idee, poi le candidature"

Il messaggio al Partito democratico in una nota congiunta sottoscritta da La Puglia in più, La Giusta causa, Sinistra Italiana, Federico Massa e Mimmo Santorsola: "Si rischia rottura dell'unità delle forze democratiche"

L'unità del centrosinistra da poco ritrovata, sancita dalla partecipazione compatta all'ultimo tavolo di coalizione, è già di nuovo a rischio. Il messaggio è chiaro: il Pd non tenti di forzare i tempi delle primarie, o sarà di nuovo rottura. A lanciarlo, in una nota congiunta, sono il movimento La Puglia in Più (che fa capo al senatore Dario Stefàno), La Giusta Causa, Sinistra Italiana, Federico Massa del Pd e il consigliere regionale Mimmo Santorsola.

"Prima le idee, poi le alleanze e infine le candidature - si legge nella nota - L'accelerazione annunciata dalla direzione regionale del PD sui tempi del confronto verso le regionali 2020 è irragionevole e rischia di comportare la rottura del campo delle forze progressiste che hanno assunto determinazioni diverse anche sull’allargamento della coalizione, in coerenza con il nuovo quadro politico nazionale". "L'assemblea a Bari - prosegue il comunicato - già fissata per il 12 ottobre è il luogo idoneo per la discussione e la verifica delle proposte programmatiche e la costruzione di un percorso unitario. Una assemblea aperta al contributo di tutti: movimenti, associazioni, rappresentanti istituzionali".

Infine, il rinnovato inviato agli esponenti del Movimento Cinque Stelle: "Vogliamo aprire una discussione, non chiuderla - scrivono i firmatari della nota - Iniziamo a lavorare sui programmi, con un confronto trasparente".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie per le Regionali, il Pd accelera ma le altre forze del centrosinistra frenano: "Prima idee, poi le candidature"

BariToday è in caricamento