Movimento 5 Stelle, una donna per la Regione: la candidata è Antonella Laricchia

28 anni, di Adelfia, laureanda in Architettura, sarà lei a sfidare Emiliano nella corsa per le Regionali: è stata scelta con 596 voti attraverso le elezioni online indette dal M5s

E' Antonella Laricchia la candidata del Movimento 5 Stelle alle Regionali del 2015. Ventotto anni, di Adelfia, laureanda in Architettura, sarà lei a sfidare Emiliano (per il momento unico candidato ufficialmente in campo per le Regionali, ndr) nella corsa  per la presidenza della Puglia.

Laricchia è stata scelta con 596 voti nella competizione on line indetta dal Movimento (3034 gli attivisti che hanno votato), dopo aver partecipato alla prima fase delle 'regionalie' in cui era stata individuata una prima rosa di possibili candidati. Era già stata candidata alle scorse elezioni Europee.

Nella sua dichiarazione di intenti, sul blog di Beppe Grillo, scrive: "Alla mia generazione, giovane, onesta, meridionale e consapevole, non resterà che emigrare se la regione non sarà liberata da una classe politica condannata, dalla sua collusione, all’inazione. Io intendo mettere a disposizione la mia onestà (dimostrata nella gestione della scorsa campagna elettorale, nell’immediata restituzione dei rimborsi in eccesso di Bruxelles e in tutta la mia vita), il mio impegno (dimostrato in innumerevoli forme di attivismo e volontariato) e le mie competenze, per un impegno da portavoce che sia limitato nel tempo e nella retribuzione. Onestà ed impegno (e coerenza!), avere le mani libere dagli affaristi, che perseguono spietatamente quegli obiettivi speculativi, che fanno arricchire pochi ed ammalare tanti, potranno segnare un cambiamento reale (verso la normalità) per la nostra terra. Questi affaristi, imprenditori della "monnezza", dell’energia, dell’acciaio e della sanità, ci condannano ad un futuro insostenibile, ignorando la nostra vocazione turistica, artigianale, agricola e culturale. I bandi regionali, le fondazioni culturali che registrano boom di assunzioni nel periodo elettorale e contributi pubblici senza un’adeguata verifica, devono premiare sostenibilità, km zero, ricerca, merito; non "amicizia". Voglio inoltre riscrivere, con voi, le pagine di storia che si studiano, perché se non ci raccontano cosa ci è successo a partire dal 1861, ci condannano ad un senso di inferiorità (indotto) eterno sul quale ancora una volta speculano le assicurazioni o i partiti, che tagliano i fondi per il Mezzogiorno direzionandoli verso le mafie".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento