menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regionali, L'Altra Puglia candida Riccardo Rossi

Consigliere comunale di Brindisi, ricercatore dell'Enea e referente provinciale del movimento Acqua Bene Comune, Rossi ha presentato ufficialmente oggi la sua candidatura. Alla conferenza stampa anche l'europarlamentare de 'L'Altra Europa con Tsipras', Eleonora Forenza

Una candidatura che vuole "rappresentare a livello regionale l'alternativa all'ideologia dominante che, negli ultimi trent'anni, è andata via via investendo l'intera declinazione della politica, dal globale al locale, senza soluzione di continuità". Così L'Altra Puglia, 'emanazione' pugliese dell'esperienza de L'Altra Europa con Tsipras, annuncia la discesa in campo alle prossime comunali con un proprio candidato.

A rappresentare il movimento nella corsa per la presidenza alla Regione sarà Riccardo Rossi, già consigliere comunale di Brindisi per la lista Brindisi bene comune, di cui fu candidato sindaco nel 2012 in contrapposizione al sindaco Consales. Rossi è ricercatore dell’Enea, è stato referente provinciale del movimento Acqua Bene Comune, impegnato nelle battaglie contro le centrali a carbone e in altre lotte sui diritti civili, del lavoro e in difesa dell’ambiente e della salute. "Riccardo Rossi - è detto in una nota de L'Altra Puglia - rappresenta una perfetta sintesi di impegno civico e battaglia politica, anche istituzionale, contro il sistema di potere economico, finanziario e politico che Pd e Forza Italia incarnano allo stesso modo".

La candidatura di Rossi è stata presentata ufficialmente questa mattina nel corso di una conferenza stampa in un hotel barese, alla presenza dell'europarlamentare Eleonora Forenza. Tre le priorità del programma elettorale: "lavoro, ambiente e democrazia".  Tra le questioni messe al centro, "le vicende riguardanti le mille vertenze occupazionali, la chiusura delle biblioteche e dei musei provinciali, le trivellazioni, il gasdotto TAP, il progetto Tempa Rossa, la gestione dei rifiuti, le energie rinnovabili su terreni agricoli, e tanto altro", "che vanno affrontate - spiega ancora la nota - secondo una linea di estrema coerenza, su tutti i piani politici, sovranazionali, nazionali e locali". "La legge elettorale varata dal Consiglio regionale della Puglia - è detto ancora - con lo sbarramento al 8% e la negazione della rappresentanza di genere, rappresenta il compimento locale di questo assalto frontale. Il fatto che questo processo di annientamento della democrazia abbia raggiunto proprio in Puglia uno dei suoi massimi livelli di ferocia, ci consegna un indicatore fondamentale sulla quantità e qualità degli appetiti in campo, anche nelle elezioni regionali pugliesi". Obiettivo de 'L'Altra Puglia', sarà quello di "intrecciare le mille vertenze isolate, presenti in Puglia come nel resto d’Italia, in una sola grande lotta. Contro questi disegni criminali, contro i loro mandanti e contro i loro esecutori. Per un modello di sviluppo democratico, sostenibile e rispettoso delle persone, del lavoro e dell'ambiente".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento