menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Schittulli ai nastri partenza con Fitto. Forza Italia è fuori

Si cerca una ricucitura con il partito guidato dal commissario Vitali. Sisto: "Evitiamo ogni divisione". Cassano (Ncd): "Divisi si perderà"

A meno di una clamorosa novità dell’ultima ora, Forza Italia non ci sarà. Oggi Francesco Schittulli presenterà la coalizione che lo sosterrà durante la campagna elettorale che partirà ufficialmente da stamattina. Secondo quanto trapelato anche nel pomeriggio di ieri, la ricucitura tra il partito guidato dal commissario Luigi Vitali e i Ricostruttori di Raffaele Fitto non ci sarà. Ciò determinerebbe l’uscita definitiva dei forza italioti dalla coalizione e un percorso in salita sia per l’oncologo barese che per la stessa formazione berlusconiana, quest’ultima costretta a dover individuare un candidato governatore e traguardare l’obiettivo dell’8% per poter entrare in Consiglio Regionale. Stamattina i pontieri si sono messi a lavoro. In primis Francesco Paolo Sisto che sta operando un ruolo di trait d’union tra Fi e la delegazione fittiana: “Dobbiamo sanare ogni dannata spaccatura, così da consentire al centrodestra di affermarsi, perché la Puglia è una regione di centrodestra e se non abbiamo vinto anche a livello comunale è per colpa essenzialmente nostra”.

Un appello all’unità è giunto anche dal coordinatore regionale di Ncd, Massimo Cassano: "Chiediamo a Schittulli d'intervenire perché le cose si sistemino. Non serve nemmeno a lui andare separati perché altrimenti sarebbe sconfitta certa. Il passato ci ricorda che quando si va divisi si perde sempre".  “La preghiera che faccio ai due contendenti, agli onorevoli Fitto e Vitali, è quella di sedersi ad un tavolo alla presenza di Schittulli e di trovare una soluzione – continua Cassano - . Non si può perdere una campagna elettorale perché non si trova posto in una determinata lista per alcuni candidati. È una scusa - ha aggiunto Cassano - a cui noi non crediamo”. 

Nei giorni scorsi Vitali ha aperto alla possibilità che fossero inseriti in lista tutti i consiglieri regionali uscenti, ma la delegazione fittiana ha rifiutato indicando come imprescindibile l’immissione in lista anche di alcuni dirigenti locali del partito che ruotano intorno all’orbita dell’ex ministro di Maglie. Nelle prossime ore se ne saprà di più. Di certo,   se la coalizione di centrodestra dovesse giungere spaccata, per Schittulli la rincorsa contro la corazzata Emiliano si farebbe molto più complicata. Una sorta di déjà vu che ci riporta alle scorse elezioni regionali, quando la Poli Bortone decise di correre da sola dopo la spaccatura con Forza Italia, all’epoca guidata da Raffaele Fitto. Si ripeterà la stessa storia?   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento