menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Schittulli sul palco con Fitto durante la convention in Fiera

Schittulli sul palco con Fitto durante la convention in Fiera

Regionali, Vitali a Schittulli: "Tutti siamo indispensabili, non solo Fitto"

Tensione nel centrodestra dopo la frase dell'oncologo barese pronunciata alla convention dei Ricostrutori ("Senza Fitto non si vince"). Nelle prossime ore vertice tra il commissario di FI e Berlusconi per valutare una ipotesi di tregua con fittiani in vista delle elezioni

“Nessuno mortifichi Forza Italia”. Il commissario straordinario di Forza Italia, Luigi Vitali, non ha ben digerito le frasi di Francesco Schittulli alla convention dei Ricostruttori di domenica scorsa. All’oncologo barese che ha dichiarato che “senza Raffaele Fitto non si vince”, il commissario Vitali ha replicato che “tutti i partiti dell’alleanza sono indispensabili”. “Francesco Schittulli  - ha proseguito - non deve entrare nelle beghe di questo o di quel partito”.

Un clima assai surriscaldato che avrebbe portato il candidato governatore del centrodestra a chiamare Silvio Berlusconi allo scopo di chiedere una tregua temporanea per non permettere che le fibrillazioni interne a Forza Italia possano mettere a repentaglio il risultato della campagna elettorale. Una situazione ad alta tensione che ha spinto lo stesso Schittulli a chiedere garanzie di unità a tutta la coalizione, pena la sua indisponibilità a continuare il percorso verso il 31 maggio.

Fra poco meno di 24 ore Vitali incontrerà l’ex premier a Palazzo Grazioli per fare il punto sulla situazione pugliese e comprendere il da farsi. Non è escluso che il Cavaliere possa accettare una sorta di riconciliazione transitoria con il suo ex ministro, accettando l’inserimento in lista di alcuni suoi fedelissimi. Se non così non fosse, per Fitto si tratterà di comprendere se costruire una lista ad hoc (ipotesi remota) o far confluire una parte dei suoi nella lista Schittulli. Sebbene non ci sia alcuna ufficialità in merito, sembra infatti che l’oncologo barese pur di garantirsi l’afflusso di consenso ruotante attorno a Raffaele Fitto sia pronto ad aprire le porte della sua lista civica. Ma è una ipotesi che molti esponenti di Forza Italia non sembrano gradire e che di certo farebbe storcere il naso anche a molti dell'entourage dell’ex presidente della Provincia di Bari che attendono di potersi misurare con la competizione elettorale per un posto in via Capruzzi.

Fra dieci giorni le liste dovranno essere completate. I consiglieri regionali uscenti attendono una fumata bianca da Palazzo Grazioli, anche se Vitali prosegue a ritmo incessante i colloqui con i potenziali candidati, tutti rispondenti al profilo richiesto da Berlusconi: giovani, attivi nel sociale o nell’impresa e provenienti da mondi diversi da quello partitico. Ora però pende la questione dei fittiani e, ancora una volta, la palla è nelle mani di Berlusconi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento