E' battaglia alla 'gettonopoli': "Al primo Municipio minimo 30 minuti in Commissione per i consiglieri"

Approvata dal Consiglio municipale la modifica del regolamento per le Commissioni permanenti e speciali. L'atto è stato votato dal Centrosinistra e dal Movimento 5 stelle

Il gettone di presenza solo per i consiglieri che hanno partecipato almeno per 30 minuti alle sedute delle commissioni permanenti e speciali. È la novità approvata, unica in tutto il territorio comunale, dal Consiglio municipale del primo Municipio di Bari, modificando il regolamento dell'articolo 41, nei commi 11-14, per combattere gli sprechi della politica. A darne notizia è il presidente del primo Municipio, Lorenzo Leonetti.

"L'atto votato dalla maggioranza di centrosinistra e dal Movimento 5 stelle - commenta Leonetti - rappresenta un primo passo verso una politica dei fatti, con cui non si vuole ridurre la qualità e l’impegno dei consiglieri ma solo debellare il fenomeno dei “gettonisti” che in passato percepivano l’emolumento presenziando soli pochi minuti in commissione. Unitamente a questa modifica, è stata introdotta anche la buona prassi di pubblicare sul sito istituzionale del Municipio I tutti gli atti prodotti dagli organi dell’ente (verbali delle commissioni e del Consiglio e gli atti del presidente)". Sull'atto il centrodestra si è astenuto poichè, spiegano da fonti della Lega "era stato bocciato un nostro emengamento che estendeva il limite minimo di partecipazione a 1 ora".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ladri in casa nel cuore della notte (con i proprietari dentro): è allarme furti nel Barese

  • Giovane mamma morta dissanguata dopo l'urto contro una vetrata: chiesto processo per il compagno

  • Il dolore per Ivan, morto in uno schianto in moto a 17 anni: "Ora sei un angelo, ti ricorderemo sempre"

  • Via gli pneumatici, le auto parcheggiate finiscono 'sospese' sui sassi: ladri in azione a Bari

  • Apre il nuovo 'sottopasso giallo' di Bari Centrale: più largo, con ascensori e aperto anche alle bici

  • Stipendi in ritardo e negozio a rischio chiusura, lavoratori di Centro Convenienza in protesta: futuro incerto per 15 dipendenti

Torna su
BariToday è in caricamento