Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

Guerra di Liberazione, la città di Bari ricorda il 9 settembre 1943

Un fitto programma di manifestazioni per ricordare i cittadini baresi che difesero il porto e il Palazzo delle Poste dal tentativo di distruzione dell'esercito nazista. Sulla muraglia sarà inaugurata la pietra d'inciampo alla memoria di Michele Romito, simbolo della resistenza barese

Uomini e donne della città vecchia, ma anche ragazzini, come Michele Romito. Il 9 settembre 1943 la popolazione barese si mobilitò in massa per respingere l'attacco distruttivo delle truppe naziste al porto e al Palazzo delle Poste. Anche quest'anno il Comune di Bari ricorda quell'eroico episodio di resistenza al nazifascismo con un fitto programma di appuntamenti, organizzati in collaborazione con in collaborazione con l’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia), l’ANPPIA (Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti) e l’IPSAIC (Istituto Pugliese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea).

La giornata di domani si aprirà con la cerimonia di commemorazione presso il Palazzo della Dogana alle ore 9.30, seguita dalla cerimonia presso la lapide dell’ex palazzo delle Poste in piazza Cesare Battisti. Alle 18 invece, in largo Maurogiovanni (via Venezia), ci sarà l'inaugurazione della pietra d'inciampo alla memoria di Michele Romito, simbolo e depositario della memoria storica della Resistenza barese, scomparso due anni fa.

Il programma di manifestazioni si concluderà alle 19 presso il Fortino di Sant'Antonio, con una serie di letture e proiezioni di filmati per rievocare la giornata del 9 settembre 1943.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra di Liberazione, la città di Bari ricorda il 9 settembre 1943

BariToday è in caricamento