menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo ricorso al Tar per un posto in Consiglio regionale: Alfonso Pisicchio contro la ripartizione dei seggi

Negli scorsi giorni era stato Domenico De Santis ad appellarsi al tribunale amministrativo. Ora è il turno dell'ex assessore, che rivendica il presunto danno nei confronti della lista 'Senso civico'

Il nuovo Consiglio regionale è partito tra le polemiche, ma anche tra le battaglie giudiziarie. Dopo il ricorso presentato dall'ex consigliere del presidente Emiliano, Domenico De Santis, anche Alfonso Pisicchio ha deciso di ricorrere contro l'assegnazione dei seggi. Come annunciato dallo stesso, è stata depositata al Tar il ricorso basato su una presunta ripaertizione dei seggi effettuati ai danni della lista 'Senso Civico', con cui l'ex assessore si era presentato alle ultime regionali.

"Siamo, dunque, a rivendicare qualcosa che ci spetta, i seggi sottratti a Senso Civico, alterando, con una interpretazione errata della legge elettorale regionale, la rappresentanza legittimamente espressa dal popolo pugliese col voto di settembre. Siamo sicuri delle nostre ragioni, peraltro riconosciute dal Ministero, che ancora oggi ci attribuisce sul sito ufficiale di “Eligendo” il risultato del 4,16%" spiega Pisicchio. "Abbiamo fiducia nella Magistratura e siamo sicuri che l’errore di un conteggio affrettato e poggiato su impostazioni non coerenti con lo spirito e la lettera della legge, sarà presto corretto, restituendo a 70.000 cittadini pugliesi la piena dignità di una rappresentanza politica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento