Politica

Riduzione dei consiglieri, il Pdl: "Rivendichiamo il merito della proposta"

Dopo l'approvazione in prima lettura della proposta di modifica allo Statuto regionale, l'opposizione si dice soddisfatta ma puntualizza: "Nostra la proposta, chiedevamo la riduzione a 50 consiglieri"

“Meglio feriti che morti. Rivendichiamo il merito di aver indotto il Consiglio regionale ad arrivare oggi a ridurre il numero dei Consiglieri regionali, cosa che forse non sarebbe avvenuta se non avessimo chiesto l’iscrizione all’ordine del giorno in base all’art. 17 della nostra proposta di legge depositata già il 30 maggio 2010, all’inizio della legislatura". E' questo il commento di Rocco Palese, capogruppo Pdl in Consiglio regionale, all'approvazione in prima lettura della modifica allo Statuto che prevede la riduzione da 70 a 60 del numero di consiglieri regionale. Una modifica che, ha sottolineato Palese, accoglie solo in parte la proposta delle opposizioni, che avevano inizialmente chiesto di ridurre il numero dei consiglieri a 50 e gli assessori esterni a 2.


“Dal dibattito di oggi – ha aggiunto Palese – abbiamo riscontrato che c’è una volontà pressoché unanime di ridurre i costi della politica anche con riforme strutturali e ci auguriamo che in seconda lettura, nel rendere coerente la Legge elettorale del 2005 alla nuova formulazione dello Statuto, queste riforme strutturali trovino la più ampia condivisione del Consiglio regionale, con norme che garantiscano da un lato la più ampia partecipazione e rappresentatività territoriale possibile, dall’altro una risposta seria e concreta alle richieste pressanti dell’opinione pubblica sull’esigenza che la politica smetta di chiedere sacrifici solo ai cittadini e li imponga anche a se stessa”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riduzione dei consiglieri, il Pdl: "Rivendichiamo il merito della proposta"

BariToday è in caricamento