Politica

Riforme, Emiliano all'incontro con il governo: "Non siamo soddisfatti"

Ieri a Roma l'insediamento della commissione paritetica Governo-Regioni-Enti locali per il sostegno allo sviluppo economico. Il sindaco Emiliano critico sugli esiti dell'incontro: "Non è stata concordata un'agenda dei lavori"

Federalismo, costituzione delle città metropolitane, abolizione delle Province, trasferimenti di risorse tra Nord e Sud: sono questi i temi che dovranno essere esaminati dalla commissione paritetica mista Governo, Regioni, Enti locali insediatasi ieri a Roma presso il Ministero per gli Affari regionali.

Presente all'incontro anche il sindaco di Bari Michele Emiliano, il quale tuttavia si è espresso in maniera critica sugli esiti di questo primo incontro. “Questa è una commissione paritetica - ha dichiarato Emiliano - voluta dal già ministro Fitto perché nel precedente Governo c’era un contrasto tra Nord e Sud, tra detrattori e protettori delle Province, con la Lega che faceva pressioni sul federalismo fiscale".

"Il federalismo, invece, sembra averlo attuato il governo Monti nella versione più dura e insostenibile per il Sud Italia, falcidiando nei fatti il Fondo sperimentale di riequilibrio e il fondo di perequazione, con le compensazioni previste a fronte delle variazioni di gettito dell’ICI e delle maggiori entrate della RES (imposta sui servizi indivisibili)".

"Non posso esprimere soddisfazione all’esito dell’incontro - ha concluso poi il sindaco Emiliano - perché è terminato senza concordare un’agenda dei lavori e senza aver avuto l’impressione che il Governo abbia una sua proposta su temi così importanti. D’altra parte la natura del Governo Monti, evidentemente, non consente di fare scelte politiche che pur tuttavia sono urgentissime, soprattutto per il Sud dell’Italia”.




 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riforme, Emiliano all'incontro con il governo: "Non siamo soddisfatti"

BariToday è in caricamento