Politica Catino - San Pio

Protesta contro il porta a porta a San Pio, Decaro: "Avrei lasciato la spazzatura per un mese. Le regole si rispettano"

Il sindaco nel quartiere per partecipare al festival 'Periferie animate' è tornato sulla 'rivolta' messa in atto da un gruppo di residenti contro il sistema di raccolta dei rifiuti

Foto di repertorio

"Le regole ci sono e valgono per tutti. Io sarei venuto nel quartiere e avrei detto: o mettete i bidoni a posto, o vi lascio la spazzatura per un mese fuori casa". Così il sindaco Decaro torna sulla rivolta contro il porta a porta messa in atto venerdì scorso a San Pio da un gruppo di residenti, con i cassonetti rovesciati per strada e alcuni bidoni incendiati.

Il primo cittadino è arrivato nel quartiere sabato pomeriggio, per partecipare al festival 'Periferie animate', il giorno dopo la protesta, avvenuta mentre Decaro si trovava lontano dalla città, a Vicenza, per partecipare all'assemblea nazionale dell'Anci, di cui è presidente. Intervistato dai ragazzi che hanno partecipato al laboratorio di videogiornalismo tenuto dall’associazione 'Città dei Bimbi', il sindaco ha espresso il suo punto di vista, condannando l'accaduto: "Se c'è un problema si telefona, si chiede di trovare soluzioni. Ci sono delle regole e vanno rispettate, e valgono per tutti".

La protesta di un gruppo di residenti era legata al rifiuto del nuovo sistema di raccolta 'porta a porta', e sarebbe scaturita anche da informazioni inesatte, come la convinzione che si dovesse pagare per le forniture delle buste e per lo svuotamento dei carrellati. Sul posto era intervenuto l'assessore all'Ambiente Petruzzelli, che aveva ascoltato i cittadini, pur ribadendo che non ci sarebbe stata alcuna marcia indietro sul porta a porta.

Un intervento criticato dall'opposizione. "Questi episodi - scrive il consigliere di Ap-Ncd Michele Picaro in una nota - vanno condannati e non possono essere oggetto di alcuna forma di dialogo nel rispetto di tutti quei cittadini (la stragrande maggioranza anche nel quartiere San Pio) che quotidianamente rispettano le regole e, nel caso di specie, sono ossequiosi delle ordinanze sindacali previste per la nuova modalità di raccolta dei rifiuti porta a porta".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protesta contro il porta a porta a San Pio, Decaro: "Avrei lasciato la spazzatura per un mese. Le regole si rispettano"

BariToday è in caricamento