Politica

Morte del cittadino rumeno: dichiarazione dell'assessore Abbaticchio

L'assessore comunale alle Politiche sociali sulla vicenda del cittadino rumeno senza fissa dimora trovato morto in un furgone abbandonato in via di Maratona: "Una morte che ci addolora molto"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

In merito al decesso del cittadino di nazionalità rumena, trovato ieri a Bari, l’assessore alle Politiche sociali Ludovico Abbaticchio dichiara quanto segue:
“La morte del cittadino rumeno ci addolora molto, pur rispettando la libera scelta di vita di una persona, e ci impone di diffondere il più possibile l’informazione che nella nostra città esistono luoghi di accoglienza e aggregazione che, insieme al volontariato laico e cattolico, sono coordinati dall’amministrazione comunale attraverso i canali istituzionali. Rimane, dunque, fermo l’impegno degli assistenti sociali e delle circoscrizioni impegnate quotidianamente nelle attività di assistenza alle fasce deboli della popolazione.
Per questo rinnoviamo l’invito a tutti i cittadini, alle associazioni e alle realtà del territorio comunale, qualora venissero a conoscenza di casi per cui è richiesta l’attenzione delle istituzioni, di utilizzare i numeri del P.I.S. (Pronto Intervento Sociale) 800 093470 e 080 8493594 per eventuali segnalazioni, o di coinvolgere i servizi di accoglienza della Croce Rossa e della Cooperativa CAPS”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte del cittadino rumeno: dichiarazione dell'assessore Abbaticchio

BariToday è in caricamento