menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Oltre un'ora per la lettura della relazione", scatta la protesta in Consiglio comunale: seduta sospesa

Era in corso la monotematica sul decentramento amministrativo. La consigliera Melini: "L'assessore Tomasicchio ha impiegato troppo tempo per leggere 15 pagine"

Bagarre in Consiglio comunale nel pomeriggio, tanto da costringere il consigliere Giorgio D'Amore, che presiedeva la seduta in sostituzione dell'assente Cavone, a sospenderla. In aula Dalfino si stava discutendo del decentramento amministrativo, incontro introdotto dalla relazione dell'assessore al Decentramento, Angelo Tomasicchio. Lettura che, come spiegato dalla consigliera Irma Melini, sarebbe stata troppo lunga, tanto da scatenare la rivolta dell'opposizione.

"Ha impiegato un'ora e mezza per leggere 13 pagine su 30, non è possibile leggere una parola al minuto" ha tuonato via Facebook la consigliera, ricordando che di conseguenza la seduta rischiava di protrarsi per diverse ore, prima che montasse la protesta tanto da farla sospendere. "Oltretutto quanto dichiarato dall'assessore - spiega il consigliere Michele Picaro, anch'esso all'opposizione - non è mai stato fatto in termini di trasferimento di funzioni delegate, di poteri, di uffici decentrati". Una situazione che rischia di spaccare persino la maggioranza in aula Dalfino: ad abbandonare l'aula anche il presidente della Commissione decentramento, Muolo, che " seguire ha presentato, insieme ai colleghi (compresi quelli di opposizione) - conclude la Melini - un ordine del giorno che va in contrasto con la stessa relazione che Tomasicchio sta leggendo ora in aula. Ecco la prova provata del fallimento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento