menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Schittulli duro con Vitali: "Spazio ai fittiani o andrò con chi mi sostiene"

L'oncologo incontra il commissario di Forza Italia e chiarisce la sua posizione. Fitto pronto a lasciare a Schittulli la candidatura. Ma dal quartiere generale degli azzurri si chiarisce: "Pronti a sostituirti"

Più che un confronto, un duro faccia a faccia. Quello andato in scena nel quartiere generale romano del PdL tra il commissario pugliese degli azzurri, Luigi Vitali, il candidato Francesco Schiuttulli e il consigliere politico di Berlusconi, Giovanni Toti, tutto è stato fuorché un incontro improntato alla serenità.

L’oncologo barese è stato chiaro davanti agli emissari del Cavaliere: o si decide di inserire i fittiani all’interno della lista di Forza Italia oppure la sua scelta sarà quella di correre con i movimenti che lo sostengono. In buona sostanza Schittulli  ha deciso di voltare le spalle ai berlusconiani soprattutto se quest’ultimi non permetteranno ai dirigenti commissariati del partito di potersi candidare. Raffaele Fitto è pronto allo strappo, ma pare non sia molto propenso ad impegnarsi in una campagna elettorale contro Emiliano e per questo sarebbe pronto a mettere a disposizione di Schittulli la rappresentanza dell’intero fronte moderato.

Luigi Vitali non si è fatto impressionare da questa presa di posizione. Anzi ha ribadito a Schittulli che nella sua tasca c'è già un elenco di persone pronte a sostituirlo qualora non dovesse “convertirsi” alla linea indicata da Berlusconi, definito come leader indiscusso della coalizione. In Puglia questa guerra di nervi tra l’ex ministro di Maglie e il Cavaliere sta intorpidendo l’asse moderato e, di fatto, irrobustendo la forza dell’avversario politico, quel Michele Emiliano che procede spedito nella sua campagna elettorale e che anche grazie alle fibrillazioni del centrodestra pugliese riesce a superare le profonde tensioni che albergano in seno alla coalizione dei progressisti.

Laddove non si dovesse concretizzare l’accordo con Forza Italia, con Schittulli ci sarebbero le tre liste civiche di Fitto oltre che Fratelli d’Italia, l’Ncd e il Nuovo Psi. L’empasse dovrebbe essere superata in settimana. L’obiettivo è di partire già dopo Pasqua con la definizione delle liste e del recinto entro cui si dovranno esprimere le candidature. Berlusconi appare non disponibile a scendere a patti e, pur di scardinare ogni rapporto con i Ricostruttori, è pronto ad andare in solitaria rompendo tutto l’asse moderato-conservatore. I fittiani non mollano e hanno Schittulli dalla loro parte. E intanto mancano poco meno di due mesi alle elezioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lolita Lobosco, Bari in tv è bellissima ma sui social piovono critiche:"Quell'accento una forzatura, noi non parliamo così"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento