Politica

Scontri al corteo di Roma, Introna: "Black bloc criminali"

Condanna senza appello delle violenze messe in atto ieri da alcuni gruppi di blac block durante la manifestazione in programma ieri nella capitale da parte del presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna

Dei veri e propri criminali che hanno danneggiato e compromesso una grande manifestazione pacifica e largamente partecipata. E' la condanna senza appello del Presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna (Sel) alle violenze viste ieri durante il corteo degli indignati a Roma.

"Così - riflette Introna - non si fa l'interesse di chi va in piazza per cambiare, questo significa sabotare la lotta per il lavoro, per rivendicare il futuro di una generazione di ragazze e ragazzi che rischiano di non avere un domani". "Così - continua il presidente del consilgio regionale - si fa solo il gioco della reazione, si autorizza di fatto le forze più arretrate ad ignorare la voce dei nostri giovani, si cancella una protesta civile che chiede di essere ascoltata e pretende risposte, non vuole distruggere, al contrario, rivendica il diritto di poter costruire il proprio avvenire giorno per giorno, come tutti". "Questi del Blocco Nero, - afferma - incappucciati, travisati con maschere antigas costose, sono i veri nemici dei giovani, sono dei falliti irresponsabili mascherati, che non hanno neanche il coraggio di mostrare la propria identità". "Non si tratta d'altro - conclude - che di criminali comuni, che incendiano auto di semplici cittadini, aggrediscono cameraman, sfasciano vetrine di onesti commercianti, feriscono ragazzi della Polizia, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza impegnati a difesa dell'ordine pubblico, dei beni della gente, dello stesso diritto di sfilare pacificamente in protesta per le vie della capitale".

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri al corteo di Roma, Introna: "Black bloc criminali"

BariToday è in caricamento