Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica

Direttiva Salvini e più poteri ai prefetti, Picaro difende il ministro: "Decaro contrasti il degrado in città"

Il consigliere comunale della Lega: "Il sindaco dica per quali motivi non ha mai attuato le ordinanze anti-prostituzione, anti-accattonaggio, anti-bivacco presentate dal centro-destra in consiglio comunale"

Prosegue il botta e risposta politico dopo la direttiva del ministro dell'Interno Matteo Salvini che ha attribuito, con una circolare, maggiori poteri ai prefetti in materia di contrasto al degrado urbano. Il provvedimento consente di 'scavalcare' i sindaci nel caso questi non riescano a mantenere il controllo nelle 'aree rosse'. Dopo le dichiarazioni del sindaco di Bari e presidente Anci Antonio Decaro in cui si affermava che i sindaci non hanno bisogno "di essere commissariati", soino arrivate le repliche dal centrodestra.

"Il sindaco - afferma il consigliere comunale di Bari della Lega, Michele Picaro - dica per quali motivi non ha mai attuato le ordinanze anti-prostituzione, anti-accattonaggio, anti-bivacco presentate dal centro-destra in consiglio comunale. Oggi Bari vive nel terrore per l’incapacità del Sindaco Decaro di applicare le tante ordinanze che consentirebbero agli agenti di polizia locale, di concerto con le forze di pubblica sicurezza, di garantire azioni concrete di contrasto ai fenomeni criminosi presenti nella nostra città" ha concluso Picaro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Direttiva Salvini e più poteri ai prefetti, Picaro difende il ministro: "Decaro contrasti il degrado in città"

BariToday è in caricamento