menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Molfetta, il sindaco Natalicchio si dimette: "Non torno indietro. Basta ricatti"

Il primo cittadino, in carica dal 2013 con una Giunta di Centrosinistra, lascia l'incarico "in modo irrevocabile" dopo gli ultimi contrasti col Pd sul bilancio

"Non posso accettare un continuo trattare, trattare, trattare. Non ho più certezze come sindaco": Paola Natalicchio si è dimessa, in modo "irrevocabile" da primo cittadino di Molfetta. Lo ha annunciato ieri sera al termine di un infuocato Consiglio comunale in cui è stato approvato il bilancio senza l'appoggio di gran parte del Partito Democratico: "Mi è purtroppo impossibile proseguire il mandato in queste condizioni politiche" ha affermato in una nota il sindaco dimissionario, spiegando di sentire "addosso da un lato la responsabilità della buona amministrazione e dall’altro pressioni continue e costanti che rendono ormai di assoluta evidenza l’assenza di condizioni di agibilità politica indispensabili per amministrare la città" ritenendo il rapporto di fiducia all’interno della maggioranza politica "decaduto". Natalicchio, alla guida di una Giunta di Centrosinistra dal 2013, presentò le dimissioni già a luglio 2015 ma le ritirò dopo un rimpasto di assessorati. Questa volta l'avventura a Palazzo di Città sembra davvero arrivata al capolinea.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento