Politica

Società partecipate, riunione monotematica della Giunta a Villa Framarino

Riunione "blindata" della giunta comunale nel parco di Lama Balice per discutere delle problematiche relative alla situazione finanziaria di Amiu, Amgas, Multiservizi e Amtab

Qualità dei servizi e situazione finanziaria delle società partecipate del Comune di Bari gli argomenti al centro della  comunale tenutasi in mattinata a Villa Framarino, nel parco di Lama Balice. Una location  insolita per la Giunta barese, ma scelta volontariamente per garantire riservatezza, vista la natura particolare degli argomenti trattati.

Al centro della discussione urgenze e criticità legate alle normative vigenti che regolano il funzionamento delle partecipate, soprattutto in vista della scadenza, prevista nel 2012, delle concessioni dei servizi offerti da Amiu, Amgas, Multiservizi e Amtab.

Al termine della riunione, la Giunta ha deciso di affidare al vicesindaco e assessore alle società partecipate Alfonso Pisicchio un approfondimento sul tema da presentare poi al Consiglio comunale in una sedura appositamente convocata.

“La discussione è stata utile - ha dichiarato il sindaco Michele Emiliano - ed è progressivamente divenuta una vera e propria progettazione di una manovra economico-finanziaria del Comune per assicurare a quest’ultimo non solo la conformità alle indicazioni delle misure adottate dal Governo con gli ultimi decreti legge di agosto e precedenti disposizioni, ma soprattutto per mettere a punto quelle riforme di sistema che consentiranno al Comune di Bari, nei prossimi 10 anni, di far fronte senza affanni alle conseguenze della grave crisi economica che ha colpito il Paese. La manovra che stiamo mettendo a punto, infatti, intende attaccare la crisi creando le premesse per consentire alle imprese e al mercato della città di riprendere a girare in termini di efficienza e di competitività”.


Nel frattempo è saltata invece un'altra discussione importante per la città di Bari, e cioè quella relativa all'adozione del D.P.P. (documento programmatico preliminare) che avrebbe dovuto contenere obiettivi e criteri di impostazione del nuovo Piano Urbanistico generale (PUG) della città. Il consiglio comunale, previsto per domani, è infatti stao rinviato al 13 ottobre. Nei giorni scorsi intanto la Consulta per l'Ambiente del Comune ha espresso una serie di riserve sul documento in fase di elaborazione, suggerendo una quartiere per quartiere una serie di possibili iniziative per porre rimedio alle principali carenze urbanistiche della città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Società partecipate, riunione monotematica della Giunta a Villa Framarino

BariToday è in caricamento