Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

Stadio San Nicola, Cea (PdL): “Il Bari non può giocare ad Andria”

Il capogruppo delle opposizioni a Palazzo di Città : "Sarebbe un grave danno d'immagine per la nostra città. Trovare una mediazione è necessario"

Non possiamo tollerare che la squadra di calcio dei baresi vada a giocare in un territorio diverso da quello comunale”. Il capogruppo dell’opposizione nel consiglio comunale Ninni Cea (PdL) interviene nella querelle sulla gestione dello stadio San Nicola che sta dividendo Comune e l’associazione sportiva Bari. La società di via Torrebella ha più volte dichiarato di essere pronta a fare le valigie e a trasferirsi al “Degli Ulivi” di Andria per disputare le gare casalinghe in quanto non ha la possibilità di sostenere i costi di gestione dell’impianto sportivo.

Il contenzioso tra la giunta Emiliano e i Matarrese sta conoscendo diversi livelli di tensione L’ultima proposta del sindaco (sponsorizzata dall’assessore allo Sport Elio Sannicandro) è quella sottoscrivere una convezione a costo zero, in cui l’As Bari non pagherebbe al Comune alcun tipo di fitto, ma dovrebbe occuparsi della gestione straordinaria e ordinaria dell’impianto. Una soluzione che sembra non convincere più di tanto la società biancorossa che punterebbe invece a pagare di volta in volta il nolo dell’impianto per disputare le partite del campionato. Emiliano, nei giorni scorsi, ha anche affermato che comunque la città potrebbe  fare a meno dell’As Bari e che guarderebbe con favore alla cantierizzazione di una nuova squadra di calcio. A ricucire la tela dei rapporti ci sta pensando l’assessore comunale con delega allo Sport, Elio Sannicandro che ha più volte affermato che il Comune non potrebbe accollarsi tutti i costi di gestione di uno stadio “pensato solo in funzione del calcio”. Sul caso è intervenuto Ninni Cea, coordinatore delle opposizioni a Palazzo di Città: "Ci batteremo con ogni mezzo affinché la squadra biancorossa non si trasferisca ad Andria, sarebbe un danno enorme d’immagine per una città che addirittura possiede due impianti sportivi". “Probabilmente – prosegue -  chiederemo un consiglio monotematico per studiare ogni soluzione di ragionevole accordo tra società e Comune”.

La querelle continua. Intanto il prossimo match casalingo si disputerà martedì sera allo stadio San Nicola. dove i galletti se la dovranno vedere con il Palermo allenato da Rino Gattuso. Per Bari-Modena furono staccati poco più di 900 biglietti. La società biancorossa ha ridotto i prezzi (curve a 5 euro), ma basterà per rianimare una tifoseria stufa di galleggiare nella categoria cadetta senza ambizioni superiori?

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stadio San Nicola, Cea (PdL): “Il Bari non può giocare ad Andria”

BariToday è in caricamento