Venerdì, 14 Maggio 2021
Politica

Stadio San Nicola, Di Rella punzecchia il Comune. "Illegittimo stop a delibera". Petruzzelli: "Sospensione possibile"

Botta e risposta tra l'ex presidente dell'assemblea e l'assessore allo Sport, dopo il parere espresso dal segretario generale, richiesto dal consigliere comunale

Sospensione illegittima per il bando quinquennale di gestione dello stadio San Nicola di Bari? Da Palazzo di Città è arrivata la risposta all'interrogazione presentata dal consigliere Pasquale Di Rella al Segretario generale Donato Susca per chiedere chiarimenti sul bando stoppato "in assenza - afferma lo stesso Di Rella - di una concreta e immediata alternativa da sottoporre all'attenzione del Comune di Bari, considerato che, così come ammesso dall'assessore competente, alcun procedimento amministrativo alternativo risulta tecnicamente ancora avviato".

L'avvocato Susca, secondo quanto riferisce l'esponente del Misto, ha risposto con una lunga e articolata lettera nella quale comunica che 

"la sospensione della gara, siccome formalmente disposta nella specie, non pare supportata da idonea motivazione poiché non risulterebbero esplicitate le ragioni poste a fondamento del revirement ritenute preminenti al confronto col "parallelo" interesse pubblico a che la gara sia debitamente conclusa. Ciò stante, deve altresì rimarcarsi la mancanza della prefissione di un termine alla sospensione attuata, termine necessario allo scopo di salvaguardare l'esigenza di certezza della posizione giuridica dei concorrenti"

Non si è fatta attendere la replica dell'assessore Petruzzelli: "Il consigliere Di Rella, ancora una volta,  - commenta - si conferma specialista nel produrre ‘tempeste in bicchieri d’acqua’ a suon di commi e interpretazioni, degne della sua passione 'canonica' in materia di regolamenti. Questa passione, poi, raggiunge la massima intensità sullo stadio San Nicola: basta passare in rassegna tutti i suoi interventi nel corso degli ultimi anni per accorgersi che non ci ha fatto mai mancare le sue interpretazioni puntualmente finalizzate a creare dubbi, problemi e conflitti". Petruzzelli analizza la nota del segretario generale: "Questi - dice l'assessore - ha fatto riferimento ad alcuni precedenti giurisprudenziali. Il lungo parere, del quale Di Rella ritaglia solo la parte che più gli interessa, chiarisce che la ‘sospensione’ è possibile. Chiarisce, inoltre, che la sospensione adottata dalla dirigente è fondata su elementi di fatto. E, in conclusione, suggerisce che si decida al più presto se concludere la procedura o revocarla.  A Di Rella, che sembra politicamente interessato a porre ogni possibile ostacolo alla soluzione del problema Stadio, piace di più la parte in cui il Segretario esprime qualche dubbio sulla completezza del procedimento. A me personalmente convince di più la parte in cui il Segretario suggerisce al Consiglio di prendere una decisione: concessione a cinque anni o riqualificazione dell’impianto ai sensi della legge-stadi.  Ma su questo - sostiene Petruzzelli - ,  l’appassionato di diritto Di Rella non dice niente, essendo più interessato a guastare che a costruire. Per quanto mi riguarda, il mio impegno resta intatto, al fianco del Sindaco, a cercare di dare una soluzione a uno dei grandi e storici problemi del Comune. Prometto che non mi farò distrarre da Di Rella. Lui si che si è distratto non avendo letto il parere che l’Avvocatura Civica ha inviato tre giorni fa alla Commissione Trasparenza. E’ un parere che chiarisce al di là di ogni dubbio che l’Amministrazione è nella piena legittimità".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stadio San Nicola, Di Rella punzecchia il Comune. "Illegittimo stop a delibera". Petruzzelli: "Sospensione possibile"

BariToday è in caricamento