menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lezzi-Emiliano, lite in conferenza stampa: "Fa sceneggiata", "Maleducata"

Lo scontro verbale tra ministro e governatore davanti ai cronisti nel corso di un incontro nella sede della Presidenza della Regione Puglia. A scatenare la polemica l'appello lanciato via Fb da Emiliano a Di Battista sul futuro di Tap

Il ministro parla di "bella sceneggiata", il governatore risponde dandole della "maleducata". Lo scontro tra il ministro per il Sud, Barbara Lezzi (M5S), e il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, avviene sotto gli occhi dei cronisti, nel corso di una conferenza stampa convocata nella sede della Presidenza della Regione Puglia al termine di un incontro sul progetto del nodo ferroviario di Brindisi. Al centro della polemica c'è l'appello pubblicato ieri da Emiliano su Fb e rivolto al pentastellato Alessandro Di Battista sul futuro di Tap.

Lezzi ha rimproverato a Emiliano di aver 'bypassato' il governo appellandosi a Di Battista "che non solo è a migliaia di chilometri da qui ma non fa neanche parte del governo". Il presidente della Regione ha replicato invitando Lezzi a scusarsi per aver "portato offesa alla Regione Puglia". 

Emiliano scrive a Conte

In seguito all'episodio Emiliano ha annunciato di aver scritto al premier Conte per riferire l'accaduto. “Oggi si è svolto un incontro con la Ministra del Sud on. Barbara Lezzi, il Sindaco di Brindisi Riccardo Rossi e il sottoscritto per decidere di unificare due diversi progetti infrastrutturali per collegare l’aeroporto di Brindisi con la linea ferroviaria nazionale attraverso la stazione centrale di Brindisi. La riunione si è svolta regolarmente e regolarmente si è chiusa concordando sulla opportunità di armonizzare i due progetti. All’esito dell’incontro, che la Regione non aveva comunicato alla stampa in mancanza di indicazioni da parte della Ministra e che invece il suo Ufficio stampa aveva annunciato, si è svolta una improvvisata conferenza stampa”. “La prima domanda ha riguardato il gasdotto TAP - prosegue Emiliano - A questo punto la Ministra, approfittando della domanda, si è scagliata contro il sottoscritto per le posizioni assunte anche recentemente sul gasdotto. La violenza verbale con cui la Ministra si è rivolta al sottoscritto come documentato ampiamente dalle principali testate giornalistiche presenti e l’assoluta incoerenza del contenuto dell’attacco rispetto al tema dell’incontro appena terminato, costituiscono a mio parere una grave violazione dei doveri della Ministra in quel momento ospite della Presidenza della Regione. Non soddisfatta di tale incongrua esibizione, la Ministra, contestando la mia personale posizione in merito alla ineluttabilità della realizzazione del Gasdotto TAP,  ha sostenuto che lo stesso non sarà mai realizzato, contraddicendo gravemente in questo modo la posizione politica sulla realizzazione dello stesso gasdotto, di recente espressa dal Suo Governo per voce del Ministro degli Esteri Moavero alla presenza del Presidente della Repubblica Mattarella nella recente visita di stato in Azerbaijan. Le trasmetto la completa registrazione della conferenza stampa per Sua opportuna conoscenza e per le Sue valutazioni. Le assicuro che questo sia pur grave incidente istituzionale in nulla scalfisce la volontà della mia amministrazione di collaborare col Suo Governo in adempimento dei nostri doveri costituzionali”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento