Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

Tares, consiglio comunale del 7/9 - Microfono in tilt, decisione rinviata

Accese ma giustificate polemiche espresse dalla cittadinanza, durante il consiglio comunale monotematico sulla vicenda TARES. La decisione viene rinviata a data da destinarsi dopo un atto di indirizzo votato all'unanimità dai presenti.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Si è tenuto ieri l'atteso consiglio comunale monotematico chiesto dall'opposizione sulla vicenda TARES. Un dibattito acceso e articolato, svoltosi alla presenza di numerosi cittadini accorsi per l'occasione a Palazzo Santa Croce, a testimonianza dell'attenzione e delle preoccupazioni sollevate da una tassa esosa che colpisce indiscriminatamente attività lavorative e famiglie. I lavori hanno prodotto un atto di indirizzo ,votato all'unanimità dei presenti, che vincola il Consiglio comunale a modificare il Regolamento - secondo principi di maggiore equità nella tassazione - e aggiorna la discussione ad una successiva seduta sull'argomento.

"Esito interlocutorio, quello del Consiglio di sabato" sostiene il responsabile di Fratelli d'Italia Modugno, Danilo Sciannimanico.

"Da un lato non possiamo che essere soddisfatti della volontà di modificare il Regolamento. Modifica che FRATELLI D'ITALIA aveva chiesto a più riprese sin dagli esordi della vicenda. Dall'altro occorrerà verificare come tale volontà sarà tradotta in atti deliberativi. La fattibilità e le coperture finanziarie restano delle incognite che dovranno essere chiarite in una successiva seduta di Consiglio comunale che ci auguriamo venga convocata al più presto, stante la scadenza a fine mese delle prime due rate.

Ci uniamo all'appello rivolto dal Sindaco alla cittadinanza ad una maggiore sensibilità nei confronti della raccolta differenziata e chiediamo lui di mettere sin da subito i modugnesi nelle condizioni di operarla al meglio e di proseguire l'attività di monitoraggio sulla azienda che gestisce i servizi di igiene urbana."

"Ci permettiamo infine di muovere un appunto al Sindaco," prosegue Sciannimanico, "augurandoci di non assistere più a simpatici teatrini come quello messo in scena ieri quando per meri problemi legati al funzionamento di un microfono ha deciso di rinunciare al suo intervento e abbandonare l'aula, salvo poi tornarci a distanza di un'ora tra le richieste dei suoi stessi consiglieri di maggioranza.

Atteggiamenti di questo genere, che hanno lasciato basiti i tanti cittadini che erano tra il pubblico in attesa del suo discorso, non contribuiscono a raggiungere l'obiettivo che lo stesso Magrone si era prefisso in apertura del suo mandato: 'restituire al Consiglio comunale la dignità che gli compete dopo una svalutazione durata anni'".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tares, consiglio comunale del 7/9 - Microfono in tilt, decisione rinviata

BariToday è in caricamento