rotate-mobile
Politica

Palese attacca il sottosegretario Gemmato: "Commento sui vaccini? Parole sconcertanti"

L'assessore pugliese: "Alla luce di queste evidenti contrapposizioni tra la posizione del ministro e quella del sottosegretario, è necessario ed urgente che il Governo faccia quanto prima chiarezza per non destabilizzare i cittadini"

Dichiarazioni che "appaiono sconcertanti" e in "netta divergenza con quelle del ministro" della Salute Orazio Schillaci: è quanto afferma l'assessore pugliese alla Sanità Rocco Palese riferendosi alle parole del sottosegretario alla Salute Marcello Gemmato sui vaccini anti Covid, che hanno scatenato nelle ultime ore numerose polemiche.

Gemmato, durante il programma 'Restart-L'Italia ricomincia da te' in onda su Rai2, aveva affermato, nel corso di un confronto in studio, che "non abbiamo l'onere della prova inversa" e aggiungendo di non voler cadere "nella trappola di schierarmi a favore o contro i vaccini".

“Premesso che se oggi siamo in grado di gestire la pandemia - ha detto Palese in una nota - lo dobbiamo alla scienza e ai vaccini che hanno salvato milioni di vite, destano non poche preoccupazioni le divergenze emerse all’interno del Governo. Mentre il ministro della Salute Schillaci annuncia una nuova campagna di sensibilizzazione per la vaccinazione contro influenza e Covid, specie per pazienti fragili e ultrasessantenni, il sottosegretario Gemmato, a chi gli chiede se senza vaccini sarebbe stato peggio, risponde: 'Non abbiamo l’onere della prova' aggiunge 'grandi risultati non li vedo raggiunti' e, ancora: 'C’è stato fino ad oggi un approccio ideologico alla gestione del Covid' ".

"Queste dichiarazioni - rimarca Palese - appaiono sconcertanti e in netta divergenza con quelle del ministro. Alla luce di queste evidenti contrapposizioni tra la posizione del ministro e quella del sottosegretario Gemmato, è necessario ed urgente che il Governo faccia quanto prima chiarezza per non destabilizzare i cittadini. Per quanto riguarda la Puglia, noi siamo dalla parte della scienza e non dalla parte degli ‘stregoni’, per cui proseguiamo senza sosta con la campagna vaccinale consigliando ai cittadini la somministrazione contemporanea della quarta dose del vaccino anti-Covid e del vaccino antinfluenzale”. Gemmato, in una nota, aveva spiegato che le sue dichiarazioni erano state "decontestualizzate" e quindi "oggetto di facili strumentalizzazioni".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palese attacca il sottosegretario Gemmato: "Commento sui vaccini? Parole sconcertanti"

BariToday è in caricamento