Politica

Sanità, Vendola ribadisce: "L'ospedale San Raffaele si farà"

Il governatore conferma la volontà di investire 200 milioni di euro per la costruzione del nuovo ospedale a Taranto nonostante la crisi della Fondazione San Raffaele. Il Pdl: "Necessario un confronto in Commissione Sanità"

Il presidente della Regioen Puglia Nichi Vendola

Il progetto per la costruzione del San Raffaele a Taranto andrà avanti. A ribadirlo è stato oggi il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola nel corso della conferenza stampa convocata in seguito alle polemiche sorte intorno al progetto dopo la crisi economico-finanziaria della Fondazione San Raffaele.

"Per noi - ha dichiarato Vendola durante l'incontro con i giornalisti - non cambia il progetto, comunque vada. Anche nell'ipotesi, per noi remota, che falliscano la prima università d'Italia e il Primo Irccs d'Italia. Daremo 200 milioni per questa grande opera pubblica, ospedale che la città di Taranto merita".

La nuova struttura, per la realizzazione della quale la Regione ha già impegnato 60 milioni di euro , dovrebbe sostituire i due ospedali tarantini attualmente in funzione, ma giudicati in cattive condizioni.

"Vogliamo dar vita - ha continuato Vendola - a un Polo della salute che fornisca cura-assistenza agli ammalati e sia però legato anche alla didattica ed alla ricerca. Per questo abbiamo scelto il meglio che c'era in Italia, abbiamo già pronto il bando di progettazione e possiamo dare la certezza che a prescindere da quella che sarà la sorte dell'Istituto milanese noi 200 mln di euro per l'ospedale di Taranto li vogliamo mettere. Poi - secondo Vendola - c'é una piccola casta di parassiti e nulla fecenti che vivono speculando sulle tragedie di Taranto e giocano a spezzare le gambe a qualunque progetto".

Ma la presa di posizione del Presidente Vendola continua a suscitare polemiche e divisioni in Consiglio regionale. Il capogruppo del Pdl Rocco Palese ha sottolineato la necessità di discutere il progetto in Commissione Sanità al fine di raccogliere proposte e suggerimenti provenienti dai consiglieri regionali. "A tal riguardo - ha dichiarato Palese - con il Presidente Marino è stato già concordato che alla ripresa dei lavori del Consiglio sarà convocata una apposita seduta per affrontare in sede istituzionale l’argomento, che consenta un’adeguata ed aggiornata informazione, tanto più necessaria a seguito di recenti inchieste giornalistiche, dei Consiglieri regionali su un progetto che comporta un cospicuo investimento da parte della Regione".

Molto più dura invece la posizione dei Verdi pugliesi, espressa dal presidente Mimmo Lomelo: "La posizione del presidente della Regione Puglia Vendola - ha dichiarato Lomelo all'Ansa - sulla struttura sanitaria da realizzare con il San Raffaele è indifendibile". "Come si può collaborare con un socio, il San Raffaele, sull'orlo della bancarotta e che è indebitato per un miliardo di euro?". "Noi Verdi - aggiunge Lomelo - confermiamo, con coerenza, la nostra posizione di contrarietà a un'operazione irresponsabile e chiediamo alle forze politiche presenti in consiglio regionale e in giunta di esprimere giudizi chiari su questa operazione. Il 'San Raffaele del Sud' sarebbe un investimento da oltre 220 milioni di euro che la Regione dovrebbe sborsare in un periodo di gravissima difficoltà, in cui è stata costretta a far pagare al popolo pugliese il primo e il secondo ticket, a chiudere 18 ospedali e a mettere in dubbio altri 700 posti letto in altre strutture sanitarie pubbliche".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, Vendola ribadisce: "L'ospedale San Raffaele si farà"

BariToday è in caricamento