Vendola incontra Ferrante: "Momento difficile. Serve la mediazione di tutti"

Ieri in Regione c'è stato il vertice fra il presidente della Regione Nichi Vendola e il numero uno dell'Ilva Bruno Ferrante. Il governatore pugliese chiede di non incendiare gli animi e la collaborazione di tutti

Calma e mediazione di tutte le parti in causa: sono questi gli aspetti che sottolinea e auspica il presidente della regione Puglia Nichi Vendola. Il governatore regionale, infatti, ha incontrato ieri il presidente dell'Ilva di Taranto Bruno Ferrante, il sindaco della città ionica Ezio Stefano e l'assessore provinciale Michele Conserva.

L'incontro, fissato in seguito alla decisione del gip di Taranto Patrizia Todisco di vietare la facoltà d'uso a fini produttivi degli stabilimenti Ilva, ha visto Vendola vestire i panni del mediatore fra magistratura, vertici dell'impianto siderurgico e lavoratori. Il presidente della Regione, infatti, ha auspicato la calma e ha gettato acqua sul fuoco: "Abbiamo bisogno ora di equilibrio e responsabilità: questo momento difficile merita il massimo spirito di mediazione. La convocazione di tifoserie scatenate le une contro le altre non giova nè alla causa del futuro dell'Ilva, nè del diritto alla salute per Taranto. Incendiare Taranto significa soltanto dopo lasciare cenere e macerie. Ribadisco - prosegue poi Vendola - l'ossequio nei confronti della magistratura visto che quello che è accaduto, è accaduto anche grazie al loro lavoro. Oggi tutta l'Italia sa che deve svolgere un compito: il fatto che le normative che riguardano l'impiantistica industriale e quelle che riguardano la qualità dell'aria non siano pienamente sincronizzate è un fatto che da ancora di più conto della complessità del passaggio: un passaggio storico e rivoluzionario, ma anche un passaggio stretto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Conciliante a metà il presidente dell'Ilva Ferrante il quale sostiene di voler cercare il dialogo ma, al tempo stesso, si dice pronto ad impugnare i provvedimenti: "Impugneremo i provvedimenti in ogni sede che l'ordinamento ci consente, per difendere quella che riteniamo sia la verità dei fatti. Siamo sicuri che non c'è a Taranto un'emergenza sanitaria tale da poter giustificare certi provvedimenti ma le ragioni del dialogo e del confronto si devono trovare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'alga tossica 'invade' il litorale di Bari e dintorni: valori alti in città e in alcune località della provincia

  • In Puglia 20 nuovi casi di Covid, 4 nel Barese. Il dg dell'Asl: "Due nuclei familiari contagiati"

  • Coronavirus, la Puglia registra 23 nuovi casi. Tre positivi nel Barese: "Due già in isolamento, un altro paziente arrivato da fuori regione"

  • "Il Covid colpisce anche d'estate. Sbagliato salutare con baci e abbracci": l'infettivologa invita a non abbassare la guardia

  • Come eliminare il grasso in eccesso? Gli specialisti di Bari usano... il freddo!

  • Temporali in arrivo nel Barese: la Protezione civile lancia l'allerta meteo gialla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento