Domenica, 16 Maggio 2021
Politica Poggiofranco / Viale Giuseppe Bartolo

'Cratere' di via Bartolo a Poggiofranco, audizione in Commissione Trasparenza. "Basta perdere altro tempo"

Gli assessori all'Urbanistica, al Patrimonio e allo Sport sono intervenuti a Palazzo di Città. Presto della vicenda se ne occuperà anche l'Avvocatura comunale

Approda in Commissione Trasparenza a Palazzo di Città la questione dei campi sportivi mai realizzati in via Bartolo, nel quartiere Poggiofranco, in un'area dove, dopo l'inizio dei cantieri da 4 milioni di euro avviati diversi anni fa e quindi stoppati, è presente un vero e proprio cratere. Nei giorni scorsi il Comune aveva annunciato il preavviso di diniego al via libera rispetto al progetto presentato da un'azienda privata nel corso dell'anno appena passato. Urbanistica, Sport e Patrimonio, rappresentati dagli assessori Tedesco, Petruzzelli e Introna, assieme ai dirigenti delle ripartizioni competenti, sono stati auditi dai consiglieri comunali. Una vicenda ingarbugliata cominciata dal 1988 quando venne approvato il piano di zona che avrebbe poi permesso la realizzazione di strutture sportive per il quartiere.

Introna: "Chiudere la partita nell'interesse dei cittadini"

Da lì decenni di attesa e altri passaggi burocratici che hanno portato a cambiamenti in corsa del progetto e alla sua rimodulazione. Il Comune, proprietario del suolo, sembra intenzionato a non perdere altro tempo senza però rischiare contenziosi: "Il problema principale che dovrà affrontare l'Avvocatura comunale - spiega il vicesindaco e assessore al Patrimonio Pierluigi Introna - è la questione della concessione a 99 anni dell'intera area che comunque sia,  a prescindere dalla presentazione del progetto, lascerebbe la zona in uso alla società aggiudicataria per molti decenni ancora. Vorremmo che l'azienda realizzasse il progetto in base alle conformità previste e che questa partita si chiudesse in maniera bonaria nell'interesse di quella parte di città che aspetta attrezzature sportive. L'Avvocatura dovrà valutare se è necessario ricorrere a un tribunale ordinario per fissare un termine. Un contratto sine die è annullabile ma la decisione deve essere presa da un magistrato. Il passaggio riguardante l'Avvocatura verrà fatto, mi auguro, entro il prossimo mese". Già a dicembre scorso la ripartizione Sport aveva richiesto la convocazione di un tavolo ad hoc. Il Comune, specifica che, comunque "non può essere accettabile l'idea di passare dalla presenza di soli campi sportivi a quella di attività commerciali in quantità superiori alle norme previste. Di contro vogliamo anche evitare che la società lasci un cratere. L'obiettivo è di riportare tutto alla logica iniziale".

Melini: "Il cratere non interessa a nessuno"

Sulla vicenda interviene anche la consigliera Irma Melini (Scelgo Bari- Misto): "Non si sta adempiendo a una convenzione, prova del lassismo dell'amministrazione per un buco che forse non interessa a nessuno. Chiederemo una convocazione dell'Avvocatura in commissione Trasparenza sulla validità di questo accordo. Dopodiché avremo le carte per assumere una decisione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Cratere' di via Bartolo a Poggiofranco, audizione in Commissione Trasparenza. "Basta perdere altro tempo"

BariToday è in caricamento