Regione Puglia

Altri 20 milioni di euro per gli assegni di cura, c'è il sì del Consiglio regionale pugliese

L'assemblea ha approvato la rimodulazione dei fondi per il Trasporto Pubblico Locale (che resteranno invariati per i nuovi trasferimenti da Roma) verso quelli destinati ai disabili gravi e gravissimi

Da Consiglio regionale pugliese è arrivato il sì all'unanimità per destinare 20milioni di euro in più alla quota destinata ai fondi per gli assegni di cura per i disabili gravi e gravissimi. La cifra è stata rimodulata rispetto agli stanziamenti riguardanti il trasporto pubblico locale, il cui ammontare è invariato grazie a maggiori trasferimenti di risorse statali. I 20 milioni, dunque, si aggiungono ai 12 già stanziati dalla Regione e ai 18 finanziati dallo stato: “Come promesso- ha commentato il governatore pugliese Michele Emiliano - abbiamo mantenuto l’impegno di stanziare ulteriori 20 milioni di euro per la copertura degli assegni di cura, che si aggiungono ai 12 milioni già stanziati dalla Regione e ai 18 milioni stanziati dallo Stato. Un impegno preso con le associazioni e le famiglie, con le quali abbiamo anche avviato un percorso partecipato per la scrittura del prossimo bando”.

PcE: "Boccata d'ossigeno"

Sull'approvazione intervengono anche i consiglieri regionali de La Puglia con Emiliano, Paolo Pellegrino e Giuseppe Turco: “Una boccata d’ossigeno - affermano in una nota ma che non deve assolutamente farci abbassare la guardia, per non commettere gli errori del passato. I pugliesi meno fortunati e più svantaggiati vanno costantemente sostenuti e tutelati. E da oggi si volta pagina. Nei mesi scorsi - ricordano - abbiamo toccato con mano e visto negli occhi di questi cittadini e delle loro famiglie, la disperazione per un diritto negato. Gli assegni di cura sono vitali per una famiglia che deve combattere non solo la malattia ma anche la lenta e farraginosa burocrazia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altri 20 milioni di euro per gli assegni di cura, c'è il sì del Consiglio regionale pugliese

BariToday è in caricamento