Assegni di cura fermi da mesi, la Regione: "Fondo sale a 50 milioni. Entro aprile definire i beneficiari"

Il governatore Emiliano e l'assessore Ruggeri hanno incontrato i rappresentanti delle associazioni dei pazienti non auto sufficienti assieme ai direttori generali delle Asl

Prima il confronto per strada con i manifestanti, poi quello all'interno degli uffici della Regione, per trovare una soluzione al grave problema degli assegni di cura per pazienti gravissimi non autosufficienti, non erogati da luglio scorso, circostanza che ha fatto infuriare le famiglie, scese in piazza questa mattina sul lungomare assieme ai rappresentanti di numerose associazioni. Questi ultimi hanno partecipato al confronto con il governatore Michele Emiliano, l'assessore pugliese al Welfare, Salvatore Ruggeri e i direttori generali delle Asl pugliesi. Il budget a disposizione per gli assegni, spiegano dagli uffici regionali, è stato portato da 18 a 50 milioni di euro.

La protesta sul lungomare: "Indebitati per i nostri cari"

Con l'incontro di oggi è stato definito un percorso per superare nel minor tempo possibile i disagi emersi negli ultimi mesi: "Queste criticità - spiega la Regione - hanno origine in primo luogo dai nuovi principi dettati dal decreto nazionale, che ha significativamente ampliato la platea dei potenziali beneficiari, determinando la presentazione di oltre 9000 domande, la maggioranza delle quali da parte di assistiti mai valutati ai fini della concessione del beneficio, a fronte dei 2500 fruitori dell’assegno secondo i vecchi parametri del precedente bando". L'obiettivo, dunque, è completare le valutazioni sanitarie di tutti coloro che hanno presentato domanda da parte delle Asl entro la fine del mese di aprile. La procedura si svolge attraverso visite specialistiche, effettuate prevalentemente a domicilio e viene ultimata con l’ammissibilità rilasciata dalla UVM, l’unità di valutazione multidimensionale. Emiliano, dopo l'incontro con i rappresentanti delle famiglie, ha avuto un colloquio con il presidente di Anci Puglia, Domenico Vitto, per chiedere "la collaborazione di tutti i Comuni affinché assicurino la partecipazione del personale di competenza comunale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento